Bwin "punta" 53 milioni su Gioco Digitale

ACQUISIZIONI

L'operazione consentirà il raggiungimento di un marketshare del 25,5% nel mercato mondiale dei giochi online

di Mila Fiordalisi
Va a gonfie vele il mercato dei giochi online. Ed è il poker il gioco che, sull'onda del successo - anche e soprattutto  televisivo - della versione Texas Holdem, sta registrando picchi da record. L'austriaca Bwin ha messo sul piatto oltre 52 milioni di euro (di cui 50 cash e 2,3 milioni in azioni) per portarsi a casa il 100% di Gioco Digitale.

L'affaire, già approvato dalla società acquisita, consentirà a Bwin di raggiungere un markeshare del 25,5% nel mercato mondiale dei giochi online. L'operazione prevede la cessione da parte degli azionisti di Gioco Digitale di 752.474 azioni (il 56,3% del capitale azionario) in cambio di 2,3 milioni di azioni di Bwin. Per l'acquisizione del rimanente 43,7% dell'azienda, Bwin sborserà subito 25 milioni di euro; 20 milioni arriveranno a fine del processo di transazione (previsto per ottobre prossimo); i rimanenti 5 milioni di euro cash entro i successivi 18 mesi.

'Siamo molto soddisfatti per questo accordo con Bwin - ha dichiarato Carlo Gualandri, Ceo di Gioco Digitale - che ci permette di continuare la nostra crescita come operatore leader del gioco online in Italia. Siamo molto contenti per le nuove opportunità offerte dall'eccellente piattaforma di Bwin per il poker e le scommesse sportive"

Gioco Digitale è stata la prima azienda a battezzare in Italia il poker online, ma nel "pacchetto" dell'offerta ci sono anche scommesse sportive e lotterie istantanee telematiche come il "Gratta e Vinci". Nel primo semestre 2009 l'azienda ha generato ricavi netti totali per 20,1 milioni di euro (in salita dai 13,7 milioni del 2008) e utili prima degli oneri finanziari, delle imposte e degli ammortamenti di 9,2 milioni di euro (erano 1,4 milioni nel 2008).

14 Settembre 2009