BBF-Expo Comm Roma capitale del digitale

LA FIERA

L'evento, per la seconda volta a Roma, gode di importanti patrocini da enti, istituzioni, associazioni e fondazioni

Roma capitale digitale. Lo è per la televisione visto che è stato fissato entro novembre il completo passaggio del Lazio, prima grande regione italiana, dalla trasmissione analogica al digitale terrestre. Lo sarà fra qualche tempo per la fibra ottica, in seguito ad un importante ed ambizioso piano di investimenti nelle infrastrutture in fibra ottica che assieme alle industrie private del settore vede impegnate tutte le istituzioni pubbliche dell’area: Comune, Provincia, Regione.

E Roma sarà capitale digitale italiana anche il 24 e il 25 novembre quando i padiglioni della Fiera capitolina ospiteranno l’abbinata di un importante appuntamento tecnologico: la seconda edizione di BBF/Expo Comm Italia 2009. Dopo il successo della prima edizione nel 2008, E.J.Krause & Associates, Fiera di Roma e Wireless hanno dunque mostrato di credere in quello che si presenta come il più interessante appuntamento italiano dell’innovazione tecnologica nell’Ict.
Appuntamento importante anche perché, in questo modo, Roma e il nostro Paese entrano a pieno titolo all’interno del circuito Expo Comm, una serie di otto importanti eventi dedicati a settori come telecomunicazioni, wireless, broadband, media, Internet, networking, Information Technology, IT security.

Expo Comm si rivolge alla community internazionale dell’Ict e rappresenta da oltre vent’anni la più importante piattaforma di presentazione delle soluzioni e applicazioni Ict che contribuiscono alla creazione di nuovo valore e nuove competenze, sollecitando e sostenendo lo sviluppo e la crescita economica dei sistemi-Paese. Dal 1986 si tiene in ogni parte del mondo: Messico (Mexico City), Russia (Mosca), Corea (Seul), Argentina (Buenos Aires), Giappone (Tokyo), India (Mumbai), Cina (Pechino) . Il suo arrivo anche in Italia a Roma è la prova che l’Ict italiano, anche in ambito espositivo, può attrarre capitali e iniziative dall’estero nonostante la crisi economica.

BBF/Expo Comm Italia 2009 rappresenta per sponsor, espositori e partecipanti un’autorevole piattaforma di livello mondiale che offre l’opportunità di presentare prodotti e servizi a fornitori della PA, pianificatori e business leader che arriveranno dall’Italia e dall’intera Regione Emea, costituita dall’Europa, dal Bacino Mediterraneo, dal Medio Oriente e dall’Africa.
Il ritorno di BBF/Expo Comm Italia presenta quest’anno quasi naturalmente un focus sempre più ampio e mirato sulle tecnologie digitali, la banda larga e i nuovi servizi che essa rende possibili.

Il futuro del broadband non si trova infatti solamente nelle infrastrutture che ne rendono possibile l’uso, ma anche nella convergenza delle tecnologie e delle applicazioni disponibili realizzate per offrire soluzioni integrate e piattaforme più efficaci.
Oltre al focus sull’area Emea, la Fiera dedicherà particolare attenzione al digitale terrestre e alle evoluzioni sul mercato, particolarmente significative in considerazione del fatto che in Europa l’Italia è il Paese pioniere nel passaggio dalla Tv analogica a quella digitale terrestre.

BBF/Expo Comm 2009 sarà infatti l’occasione ideale per analizzare i primi risultati dello switch off e delineare lo scenario futuro della televisione digitale.

Sia per gli spazi espositivi sia per i numerosi ed importanti convegni che si alternanno nella due giorni romana, la Fiera consente inoltre alle aziende presenti la possibilità di massimizzare la propria capacità di networking, di vendita e di presentazione dei propri prodotti. Per questo tipo di attività, infatti, è stata pensata un’organizzazione di network B2B specifica e efficace.
I punti di forza della manifestazione sono una interessante piattaforma di discussione sui cambiamenti e le opportunità di business che il passaggio al digitale porterà sul mercato; le conferenze e momenti interattivi di alto livello; un’opportunità unica di networking con figure leader dell’industria, del governo e delle istituzioni del mondo del business internazionale; esclusive opportunità di presentazione dei propri prodotti; una copertura media di alto profilo. Da segnalare gli importanti patrocini e supporti di enti, istituzioni ed associazioni: ministero della Difesa, Agcom, ministero dello Sviluppo economico, ministero degli Affari Esteri, Ice, Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Roma, Sviluppo Lazio, Unioncamere, DGTVi, Assinform, Assafrica & Mediterraneo, Assintel, Assotelecomunicazioni Asstel , Cnipa, Fondazione Ugo Bordoni.

06 Novembre 2009