La tecnologia di Vitrociset per "scovare" i reati ambientali

PROGETTI

L'azienda  romana, con Blom Cgr  fornirà dati, sistemi e servizi per il monitorarne l'impatto sul territorio

Vale poco meno di dieci milioni di euro la gara vinta da Vitrociset le cui attività consentiranno al Ministero dell'Ambiente e all'Arma dei Carabinieri di dare attuazione all'obiettivo per la tutela dell'ambiente del Piano Operativo Nazionale - Pon sicurezza 2007-2013, cofinanziato con Fondi europei e nella responsabilità di gestione del Ministero dell'Interno.
L'azienda romana, in Rti con Blom Cgr spa, fornirà Dati, Sistemi e Servizi per il monitoraggio dell'impatto ambientale.

L'obiettivo del progetto è di individuare e contenere gli effetti di reati perpetrati in danno all'Ambiente, soprattutto di quelli da correlare all'incremento del rischio idraulico nelle quattro Regioni comprese nell'Obiettivo Convergenza (Campania, Puglia, Calabria, Sicilia). A tal fine verranno estese anche alle Arpa, organismi regionali preposti alla tutela del territorio, le tecnologie e le funzioni del Network di sistemi cartografici che il Ministero dell'Ambiente ha gia' portato presso centinaia di Pubbliche Amministrazioni locali.

Il progetto potenzierà anche i sistemi e le metodologie del Sita (Sistema Informativo Tutela Ambientale) dell'Arma, finanziato gia' dal Programma Operativo Nazionale 2000-2006, nell'ambito della 'Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d'Italia'. Il Telerilevamento operato da aereo con tecnica laser scanning produrrà un nuovo modello digitale del terreno e delle superfici utile per realizzare una puntuale e fedele mappatura delle aree del nostro Paese sottoposte a dissesto idrogeologico e ad alto rischio per le popolazioni che vi risiedono. Una volta mappate anche grazie a sofisticati algoritmi software predisposti ad hoc, le aree verranno classificate in base al grado di rischio, per stabilire le priorità per la programmazione degli interventi da attuare, ottenendo così  una razionalizzazione delle risorse finanziarie da investire per il territorio.

06 Novembre 2009