L'offerta "Fibra 100" debutta in Tv

FASTWEB

Fastweb lancia in Tv Fibra 100, l’offerta Internet di rete fissa a 100 Mbps, con una campagna che vede protagonista George Clooney e che andrà in onda a partire dal 6 febbraio.

Fibra 100 permette a chi è raggiunto dalla fibra ottica Fastweb nelle città di Milano, Roma, Torino, Genova, Bologna, Napoli e Bari di navigare in Internet con massimi livelli di affidabilità e prestazioni eccezionali. Grazie a Fastweb, 2 milioni di famiglie e imprese possono già collegarsi in banda ultralarga con una rete di nuova generazione.

Al centro dello spot George Clooney, da quest’anno nuovo testimonial di Fastweb. In una suggestiva notte romana, Clooney scende insieme ai tecnici di Fastweb nella città sotterranea per portare i cavi che, invisibili, corrono sotto le strade delle nostre città. Si lavora per portare il futuro nelle case e nelle aziende degli italiani. Anche in un tombino e con il classico caschetto giallo in testa, George non passa inosservato… e una giovane donna che lo vede, non credendo ai propri occhi, dà il via ad una divertente commedia degli equivoci.

“In questo spot abbiamo scelto di parlare della nostra offerta più innovativa. Un’offerta che conferma la leadership tecnologica di Fastweb nella fornitura di accessi a banda larga in Italia”, ha affermato Luca Pacitto, Head of Communication di Fastweb. “Abbiamo scelto di farlo attraverso un’iperbole che potesse catturare l’attenzione, un luogo che, per quanto particolare, potrebbe essere utilizzato da George Clooney in un suo film. Nello spot non manca l’ironia e la battuta di spirito, per creare complicità fra l’attore e lo spettatore a casa”.
Lo spot è stato realizzato dall'agenzia Adv Activa di Milano. La direzione creativa è di Stefano Aquilante, Maurizio Matarazzo, Mauro Biagini e Mauro Algeri. La casa di produzione è Piana Film, con la regia di Dario Piana. La pianificazione è curata da Vizeum.
Per informazioni sull’offerta Fibra 100 e sulla copertura del servizio si può consultare il sito fastweb.it oppure chiamare il 192 192.

04 Febbraio 2011