Ford svela la self-driving car: più utilitaria che "di lusso"

LAS VEGAS

Il ceo e presidente Mark Fields illustra i piani dell'azienda di Detroit al Consumer electronics show. Nemmeno una parola sull'alleanza con Google. Al via una partnership con Amazon sull'assistente vocale "Echo"

di A.S.

Tutti si aspettavano l’annuncio della partnership con Google nel campo delle self driving car, le auto senza conducente che sono tra i principali “temi” in agenda al Consumer electronics Show di Las Vegas. Ma nella sua conferenza stampa durante l’evento in Nevada Mark Fields (nella foto), Ceo e amministratore delegato di Ford, ha dato qualche anticipazione sulle strategie della casa automobilistica statunitense del campo delle connected cars. Iniziando da un principio generale: l’auto con il pilota automatico sarà un prodotto che cercherà di ritagliarsi uno quota di mercato importante: “Quando sarà lanciato il primo veicolo autonomo di Ford - ha detto Fields nel corso della conferenza stampa durata circa 30 minuti - non sarà solo per persone che possono permettersi auto lussuose”. Quanto alla collaborazione con Google, Fields non è sceso nei dettagli: “Continuiamo a lavorare con altri gruppi - ha sottolineato - vi assicuro che daremo più notizie”.

Al di là delle auto senza conducente, in ogni caso, Ford continua la lavorare a progetti sulle smart car, coinvolgendo nelle sperimentazioni dei sistemi di gestione dei veicoli sia Apple sia Google.

L’ultimo annuncio però riguarda la collaborazione avviata con Amazon: Ford infatti cha scelto per l’installazione sulle proprie vetture l’assistente vocale “Amazon Echo”, attraverso il quale sarà possibile dialogare dall'auto con la propria casa, ad esempio accendendo luci o elettrodomestici, o, viceversa, accendere l'auto prima di uscire di casa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 05 Gennaio 2016

TAG: Ford, Mark Fields, Google, Amazon, self griving car, smart car, Echo

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store