Cybersecurity, arriva il virus "travestito" da Google Chrome

LA MINACCIA

Il ransomware scoperto dai ricercatori di Eset. Si presenta come un normale file per l'installazione del browser. Ma una volta avviato gli hacker potranno scegliere quali applicazioni infettare e rendere inaccessibili, e quanto chiedere per il "riscatto"

di A.S.

Il nome del nuovo ransomware è “Win32/Filecoder.Nfr”, e si sta diffondendo proprio in questi giorni. La minaccia informatica si presenta con le apparenze del file necessario per l’installazione di Google Chrome, ma una volta scaricato diventa un “ransomware as a service”, una porta di accesso al sistema per gli hacker, che possono a quel punto decidere quali applicazioni attaccare, quanto chiedere di riscatto per il ripristino del sistema, e che messaggio far apparire sul monitor per la richiesta di bitcoin.  

A rilevare il bug sono stati i ricercatori di Eset. Il ransomware è collegato a un server nascosto nella rete Tor (acronimo di The Onion Router, necessario per navigare nel Deep Web).

Secondo i dati di Live Grid, la tecnologia Cloud di Eset che identifica le minacce informatiche globali per numero di rilevazioni, i ransomware della famiglia Filecoder rappresentano una seria minaccia per gli internauti italiani, che nella prima settimana di gennaio sono stati i più colpiti a livello mondiale, con un picco di infezioni registrate del 6,35%.

Una volta che Win32/Filecoder.Nfr si installa sul sistema e viene eseguito, decomprime tutti i suoi file pericolosi nella cartella dei file temporanei e si configura per essere eseguito a ogni avvio del sistema. Il file dannoso, chrome.exe, si presenta proprio come il file originale del popolare browser web Chrome. Tuttavia, analizzando le sue proprietà emerge che non è firmato digitalmente, e che le informazioni sulla versione e sul nome del prodotto sono state cancellate.

Per diffondersi questa nuova minaccia sfrutta i “classici” metodi utilizzati dagli hacker per infettare le macchine delle vittime, come siti web pericolosi, attacchi Drive-by-download, allegati alle e-mail altri Trojan-Downloader o di backdoor. I file vengono criptati usando una codifica Aes con chiave a 128 bit, generando una nuova chiave per ogni documento codificato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 14 Gennaio 2016

TAG: Win32/Filecoder.Nfr, Google Chrome, Eset, Live grid, Cloud, Tor, The onion router

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store