Unicredit, piattaforma B2B per spingere il made in Italy

COMMERCIO

La nuova soluzione mette in contatto venditori italiani e buyer esteri in videoconferenza. Roberto Luogo (Ice): "Un vero e proprio mercato virtuale per le eccellenze italiane"

di A.S.

Poter approfittare dei vantaggi dell’internazionalizzazione senza dover affrontare viaggi in paesi lontani e grandi spese: è l’opportunità offerta da DigitalB2B di Unicredit, piattaforma ideata per favorire l’export rendendo più facile l’incontro tra seller di tutta Italia e buyer esteri, sfruttando le opportunità offerte dall’evoluzione tecnologica.

La piattaforma online sviluppata da Unicredit, si legge in una nota della società, consente l’interazione in videoconferenza con un’ampia platea di controparti distribuite globalmente. Bastano un pc, un tablet o uno smartphone per incontrare i propri interlocutori, con un evidente risparmio di costi e tempi.

“L’economia italiana - spiega Gabriele Piccini (nella foto), country chairman Italy di UniCredit - annovera eccellenze riconosciute a livello mondiale in settori come l’enogastronomia, il turismo e la moda. Il nostro obiettivo è continuare a supportare queste aziende, sfruttando anche gli importanti investimenti che UniCredit sta facendo in tema di digitalizzazione a vantaggio dei propri clienti. Vogliamo così dar seguito alle numerose iniziative già intraprese dalla banca per le imprese interessate a cogliere i vantaggi dell’internazionalizzazione: solo negli ultimi 3 anni, UniCredit ha organizzato 40 incontri B2B e coinvolto partner in 26 paesi, registrando la partecipazione e l’interesse di 2.300 aziende italiane clienti e di 600 top buyer internazionali. Complessivamente sono stati organizzati 14.500 meeting one to one”.

Il primo evento DigitalB2B, al quale si sono iscritte circa 130 aziende vitivinicole italiane e 30 Buyer esteri operanti in UK, Germania, Austria, Scandinavia, e Centro Est Europa, è attualmente in corso e durerà fino al 4 marzo, in partnership con ICE-Agenzia, ed è riservato alle aziende del settore vitivinicolo iscritte a partecipare alla 50° edizione del Vinitaly, che si svolgerà ad aprile a Verona.

Supportiamo con entusiasmo questa iniziativa di UniCredit - sottolinea Roberto Luongo, direttore generale di Ice-Agenzia - che rappresenta la versione 2.0 di un vero e proprio mercato virtuale che si concretizza in incontri reali e diretti in occasione del prossimo Vinitaly. Per l’edizione 2016 della più grande manifestazione dedicata al mondo del vino, Ice-Agenzia organizza, in collaborazione con Verona Fiere, un fitto programma di incoming di oltre 250 operatori individuati su più di 30 Paesi esteri, nel cui novero sono inclusi i top buyer coinvolti nel progetto DigitalB2B Wine.”

Ma come funzione la piattaforma? All’interno di DigitalB2b by UniCredit, seller e buyer possono iscriversi compilando un form con informazioni descrittive della propria attività. Da quel momento le aziende disporranno di una “vetrina” visibile alle controparti e potranno prenotare meeting accedendo all’agenda di propri interlocutori. I meeting avverranno in videoconferenze della durata massima di 45 minuti, in stanze virtuali accessibili online con un link creato ad hoc.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 29 Febbraio 2016

TAG: Digital B2b, Unicredit, Ice-Agenzia, Export, internazionalizzazione

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store