Siav centra gli obiettivi 2015: fatturato a +10%

IL BILANCIO

Il direttore generale Leonardo Bernardi: "Ci siamo distinti per l'apertura di nuove sedi, le assunzioni, le innovazioni e un team manageriale compatto". L'Ad Nicola Voltan: "Ora puntare su una strategia che ponga il cliente al centro"

di A.S.

Risultati positivi per Siav nel 2015, che ha registrato un aumento di fatturato di oltre il 10%, pari a 16,6 milioni di euro. L’azienda è l’unica società italiana presente nel Magic Quadrant di Gartner per l’Ecm, riconoscimento rinnovato a ottobre 2015 per il settimo anno consecutivo ed è tra le prime realtà accreditate dall'Agenzia per l'Italia Digitale per i servizi di Conservazione Digitale.

Siav, si legge in una nota della società, realizza il 55% del suo business nella Pubblica Amministrazione, con referenze come Banca d’Italia, Cassa Depositi e Prestiti, Sanità, Regioni, Multiutility, Province e Comuni, ed è presente con propri software, soluzioni documentali e servizi di business process outsourcing in tutti i mercati verticali dell’Industria e dei Servizi, oltre al Retail e  alla Sanità privata. Nella sede centrale di Rubàno (Padova) e negli uffici di Roma, Milano, Genova e Bologna opera un organico complessivamente di 161 persone, con una compagine dedicata alla Ricerca e Sviluppo.

“L'apertura di nuove sedi, le assunzioni, le collaborazioni con primarie istituzioni accademiche nazionali e internazionali, le puntuali innovazioni di prodotto e di servizio e un team manageriale compatto sono i fattori distintivi che hanno consentito il raggiungimento degli ambiziosi risultati che ci eravamo posti ad inizio 2015 - afferma il direttore generale  Leonardo Bernardi (nella foto) - Il nostro obiettivo è fare di Siav non solo il riferimento più autorevole per aziende ed enti impegnati nell'evoluzione dei processi digitali, ma anche l'avanguardia sui temi di frontiera quali per esempio smartworking e social collaboration”.

Un certificatore così selettivo come Gartner da anni apprezza proprio il forte background di Siav nell'ambito sia pubblico sia privato con  i nostri prodotti - commenta il presidente e fondatore di Siav Alfieri Voltan - Ciò conferma il nostro impegno nell'eccellenza e nell'innovazione per trasferire questi valori ai nostri Clienti a vantaggio del loro business”.

“Oggi la cultura di prodotto non basta più per essere competitivi - dichiara l’Ad Nicola Voltan - Occorre puntare altrettanto su una strategia che ponga realmente il cliente al centro. Per questo Siav sta lavorando per accrescere costantemente la comunicazione digitale ed implementare nuovi strumenti e servizi che favoriscano la relazione con i suoi stakeholders. Vogliamo essere un partner per i nostri clienti ed essere un valido supporto per il loro business”

©RIPRODUZIONE RISERVATA 01 Marzo 2016

TAG: Siav, Pubblica amministrazione, conservazione digitale, Business outsourcing

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store