Startup, social "pazzi" di innovazione: al top fintech e IoT

RAPPORTO IBM-TALENT GARDEN

Rapporto Ibm-Talent Garden: più di 1 milione di tweet sui temi hi-tech nel 2015. Esce dalla classifica l'ambito opendata, cresce l'interesse per coding, big data, sharing economy e foodtech

di Andrea Frollà

Oltre 110mila utenti unici e 1 milione di tweet generati nel 2015. Il dialogo attorno all’innovazione e alle startup sta crescendo anche in Italia e uno dei canali principali di diffusione di questi temi si confermano i social, in particolare Twitter. La seconda edizione del rapporto elaborato da Ibm e Talent Garden, che ha preso in analisi le conversazioni ospitate da 9 e-magazine rappresentativi della comunità hi-tech nazionale (Wireditalia, Chefuturo, CorrInnovazione, EconomyUp, Startupbusiness, Ideastartup, Startup_Italia, Startupperblog e Nova24Tec) incrociate con centinaia di hashtag nel ruolo di parole chiave, testimonia un contesto in continua evoluzione.

Ad esempio, il tema #opendata grande protagonista del 2014, esce dalla top ten dello scorso anno, dove entrano invece #fintech e #IoT, rispettivamente al 3° e 4° posto, ma anche #bigdata e #droni. Segno che la digital disruption ha colpito ambiti importanti come dei servizi finanziari o dell’interconnessione, stimolando il dialogo attorno alle novità più interessanti del mercato digitale.

La ricerca ci conferma il grande fermento sociale sui temi dell’innovazione e del digitale. Mi riferisco a quella parte del Paese che dimostra di avere precise competenze e che sui social dibatte, fa cultura e per questa via contamina a poco a poco l’intero tessuto - commenta Enrico Cereda, amministratore delegato di IBM Italia -. Cosa di cui c’è grande bisogno, per colmare i nostri gap e per fare sviluppo. Per questo noi restiamo al fianco delle startup italiane e di tutti coloro che hanno idee da far crescere”.   

Particolarmente interessante il fenomeno bigdata che, se nel 2014 veniva trattato ad un livello generale, oggi viene affrontato parlando di strumenti di analisi avanzati. C’è poi la sharing economy, da poco oggetto del primo disegno di legge ad hoc, che incuriosisce l’universo dei social soprattutto rispetto ai fenomeni Uber, AirBnB e altre tipologie di servizi.  

Spazio anche per il coding, spinto dagli investimenti del Governo per la scuola, per la Pmi innovative e naturamente per l’Expo, i cui flussi di dialogo su Twitter sono stati spesso caratterizzata dall’hashtag #foodtech, a testimonianza di come la tecnologia susciti interesse anche in ambito culinario.

La nostra collaborazione con IBM Italia si articola in diverse iniziative congiunte che ci permettono di lavorare in prima linea sul tema dell'innovazione - sottolinea Davide Dattoli, presidente di Talent Garden -. Per questa ricerca siamo partiti dalla necessità di interpretare il panorama italiano delle startup individuando le eccellenze e i fenomeni emergenti, essenziali per chi si sta navigando nel mare della digital transformation”.

Rispetto al 2014 le costanti sono state rilevate nelle differenze di genere e nel dato geografico: gli uomini, infatti, restano stabilmente in maggioranza (70%) concentrando l’attenzione su argomenti tecnici e finanziari. Le donne, il cui impegno in ambito startup risulta ovunque in crescita, dimostrano maggiore propensione verso la condivisione, la creatività e la formazione.

Entrambi vivono in maggior misura a Milano (29%), che conferma così il ruolo di “città degli innovatori”, seguita da Brescia (23%) e Roma (18%). Il Mezzogiorno è rappresentato da Napoli, al 5° posto con il 3 per cento. Per quanto riguarda infine gli eventi che hanno maggiormente aggregato su tutti svetta lo Startup Italia Open Summit che, il 14 dicembre, ha segnato il culmine delle conversazioni 2015: intorno all’hashtag ufficiale #SIOS15 si è registrato un picco di 14471 tweet. Distanziati risultano il Milano Social Media Week di Smau, la Maker Fair di Roma, che a ottobre 2016 tornerà nella Capitale, e il reality show Shark Tank Italia di Mediaset.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 21 Marzo 2016

TAG: startup, social, twitter, sharing economy, coding, foodtech, fintech, iot

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store