Open innovation per Pmi, asse Enel-Intesa Sanpaolo

LA PARTNERSHIP

Imprese e startup usufruiranno del supporto economico, tecnologico e finanziario per la crescita e lo sviluppo di progetti energetici innovativi

di F.Me

Sostenere l’innovazione nel settore dell’energia, promuovere lo sviluppo della Circular Economy e dell’Open Innovation. E' questo l'obiettivo della partnership siglata da Enel e Intesa Sanpaolo. L’accordo firmato da Ernesto Ciorra, direttore divisione Innovazione e Sostenibilità di Enel, da Carlo Tamburi, direttore Country Italia di Enel e da Maurizio Montagnese, Chief Innovation Officer di Intesa Sanpaolo, vede le due aziende unire le forze per sostenere lo sviluppo di un ecosistema dell’innovazione a livello nazionale e internazionale, favorendo lo sviluppo di progetti di filiera.

In particolare, le Pmi e le start-up che collaborano con Enel in progetti di innovazione, oltre a ricevere supporto tecnico ed economico da parte del Gruppo Elettrico, potranno usufruire anche di quello finanziario da parte della rete di specialisti dell’innovazione che Intesa Sanpaolo ha creato negli ultimi anni. Inoltre, le aziende potranno aderire alla piattaforma Tech Marketplace creata dall’istituto bancario per favorire nuove opportunità di business e avvalersi del network di hub internazionali per eventi di match-making, investor days, workshop e aule formative congiunte.

La partnership porta vantaggi reciproci: per Enel è uno strumento per completare l’offerta di supporto alle aziende che collaborano con essa in progetti di innovazione, mentre per Intesa Sanpaolo rappresenta un nuovo modo di supporto all’innovazione nelle filiere industriali, avvalendosi della competenza dei propri migliori clienti per la valutazione di merito dei progetti, che verrà replicato in futuro in altri settori industriali. Infine, le due aziende promuoveranno la realizzazione congiunta di iniziative in ambito Circular Economy, collaborando ad esempio sul progetto Futur-e, con l’obiettivo di dare una nuova destinazione a 23 impianti Enel non più operativi.

Proprio nell’ambito della Circular Economy, Intesa Sanpaolo è già Global Financial Partner della Ellen MacArthur Foundation, uno dei principali player internazionali dedicati alla diffusione del modello di economia circolare, mentre Enel è stata inclusa dal World Economic Forum tra le sei multinazionali più attive al mondo in questo campo.

“Questa partnership - ha commentato il Chief Innovation Officer di Intesa Sanpaolo, Maurizio Montagnese -, conferma come per Enel e Intesa Sanpaolo l’innovazione sia al centro della propria strategia di sviluppo e crescita nei mercati globali. Le sinergie con Enel, dal supporto all’ecosistema delle startup e PMI innovative, al comune interesse per la Circular Economy, costituiscono una realtà concreta affinché l’Innovazione continui a rappresentare un valore distintivo per i due Gruppi e per i rispettivi clienti”.

 

Enel è una multinazionale dell'energia con la testa e il cuore in Italia, dove ci sono molte Pmi innovative nate grazie alla passione e alla tenacia di imprenditori brillanti – afferma Ernesto Ciorra, direttore divisione Innovazione e Sostenibilità di Enel. “Queste aziende hanno bisogno, oltre che del supporto di grandi gruppi come Enel per lo sviluppo dei loro prodotti, anche di partner che le aiutino a finanziarli. Penso a istituti come Intesa Sanpaolo, che non si limitino a valutare garanzie reali, ma considerino anche le prospettive di crescita e contribuiscano a reperire i capitali di rischio e di prestito. L’obiettivo comune è di aiutare le Pmi italiane a diventare nuove multinazionali”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 31 Maggio 2017

TAG: open innovation, circular economy, startup, pmi, enel, intesa sanpaolo

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store