Vestberg: "L'Ict nell'agenda della Conferenza sul clima"

ERICSSON

Prossimo all'incarico di nuovo Ceo del Gruppo svedese, Vestberg accende i riflettori sull'importanza dell'Ict per la riduzione delle emissioni di CO2

di Mila Fiordalisi
Includere l’Ict tra le tematiche prioritarie della Conferenza delle Nazioni Unite sul clima, attesa per dicembre a Copenhagen, affinché l’innovazione tecnologica costituisca il fulcro per lo sviluppo di un nuovo protocollo climatico.

Questo l'appello lanciato dal palco del Broadband World Forum in corso a Parigi da Hans Vestberg, Cfo di Ericsson e prossimo all’incarico di nuovo Ceo del Gruppo.

Vestberg ha ribadito l’importanza cruciale dell’Ict per la creazione di un’infrastruttura di telecomunicazioni eco-compatibile, che sia alla base di uno sviluppo economico sostenibile e della realizzazione di una “smart society”.

"Recenti studi – ha sottolineato Vestberg – dimostrano come l’evoluzione della banda larga e l’utilizzo delle moderne soluzioni Ict in ambiti quali l’istruzione, l’informazione, la sanità e i trasporti, possano contribuire a ridurre le emissioni di CO2 del 15% entro il 2020, garantendo l’accesso a questi servizi a livello globale senza sacrificare l’ambiente".

09 Settembre 2009