In Abruzzo un software Engineering per smaltire le macerie del sisma

ABRUZZO

L'azienda realizzerà una nuova piattaforma per la gestione dei rifiuti a supporto delle attività della Protezione Civile

In Abruzzo la gestione dei rifiuti da generati dalle mecerie del terremoto è “firmata”  Engineering. La Regione ha approvato la delibera di Giunta con la quale si affida ad Abruzzo Engineering (AE) specifiche attività di supporto al servizio gestione rifiuti della Direzione della Protezione civile e dell'Ambiente.
'L'affidamento prevede la realizzazione di un progetto per il completamento del Sistema informativo del servizio gestione rifiuti della Giunta regionale d'Abruzzo ed ha la sua ragion d'essere nella operatività immediata e nel nostro know-how in materia di Protezione civile e di Ict – spiega Francesco Carli, presidente di  Abruzzo Engineering -. Con esso si farà fronte all'esigenza della Regione Abruzzo di riciclaggio e di riutilizzazione del materiale risultante dal trattamento delle macerie delle demolizioni post-sisma. Per il controllo e la verifica dei dati verrà utilizzata l'infrastruttura interna regionale che AE ha realizzato per la Regione Abruzzo per l'archiviazione e l'estensione dei sistemi informatici, SI-Ambiente e SI-Ark, che necessitano di specifiche implementazioni, sulla base degli interventi regionali post-sisma”.

Il personale di AE coadiuverà gli Uffici del Servizio gestione rifiuti nelle attività di supporto tecnico amministrativo, che vanno dalle bonifiche dei siti contaminati alla gestione delle problematiche realtive all'amianto, e in quelle di implementazione del database per la gestione documentale. Il progetto prevede inoltre l’estensione del data base geografico, l’implementazione del sistema per la gestione degli impianti di smaltimento, trattamento e recupero dei rifiuti nonché la realizzazione del sistema informatico inerente il trasporto transfrontaliero dei rifiuti.

02 Febbraio 2010