Via alla piattaforma Energy Efficiency Review

BROCADE

Per allentare la pressione sui budget aziendali e per dare un contributo all’efficienza energetica globale, Brocade, fornitore di soluzioni di networking per data center, ha realizzato Brocade Energy Efficiency Review, un nuovo servizio che aiuterà le aziende a ottimizzare i loro ambienti di data center e a ottimizzare i costi.

L’efficienza energetica delle apparecchiature informatiche ha infatti cominciato ad assumere sempre maggiore importanza nelle scelte all’interno dei data center, soprattutto oggi che a livello mondiale, in base ai dati IDC, vengono spesi 29 miliardi di dollari solo nell’alimentazione e nel condizionamento dei server.

Analogamente, un’indagine condotta sul finire dello scorso anno da Brocade, ha evidenziato come il 44% dei responsabili IT europei ritiene che le loro aziende dedica all’energia fino a un quarto delle loro spese operative totali (OpEx, operational expenditure).

Brocade Energy Efficiency Review è progettato per fornire un quadro chiaro del data center, partendo da una valutazione olistica dell’utilizzo da parte del data center di energia, di capacità di condizionamento, di distribuzione di aria e di altri fattori ambientali correlati che possono avere un impatto sia sui costi operativi sia sull’affidabilità del servizio. Al completamento di questa valutazione, Brocade fornisce al team di supporto del sito un report approfondito per poter realizzare e mantenere data center altamente affidabili ma efficienti in termini di energia e di costi.

“Molti dei data center utilizzati attualmente sono stati costruiti dieci anni fa, e al crescere della domanda sono stati rinforzati con nuove apparecchiature assetate di energia”, spiega Peter Schwaar, senior director – Services Delivery di Brocade Global Services. “Peccato però che la maggior parte di questi data center non siano stati progettati per gestire i requisiti degli odierni apparecchi IT .

Per affrontare la crescita della domanda, in alcuni casi le aziende hanno equipaggiato i data center più anziani con nuovi sistemi di alimentazione e di condizionamento, ma questo non fa altro che aggravare il problema in quanto esercita ulteriori pressioni su risorse già al limite, sia fisico sia finanziario. È proprio su questo aspetto che Brocade interviene”.

31 Marzo 2009