Soluzioni "green" sul treno di Legambiente

TELECOM ITALIA

Telecom Italia partecipa per il secondo anno al progetto Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato, confermando il proprio impegno per lo sviluppo sostenibile e per l’ambiente.  L’azienda ha progettato e realizzato soluzioni e piattaforme tecnologiche, dedicate alla famiglia, alle piccole e medie imprese, alla pubblica amministrazione e ai cittadini, in grado di contribuire alla riduzione dei consumi energetici e di CO2.

Grande spazio sul Treno Verde è dedicato alla casa e agli uffici ecologici. Nella terza carrozza i visitatori potranno conoscere le nuove iniziative a carattere sperimentale avviate da Telecom Italia e le soluzioni già proposte al mercato: da Green@Home, che permette agli elettrodomestici intelligenti di autoregolarsi evitando sovraccarichi e dispendi energetici, a Collabor@, che consente di organizzare e svolgere riunioni web e condividere documenti dal proprio ufficio, da casa o in mobilità; da Ospit@Virtuale, il Cloud Computing appositamente pensato per le PMI consentendo a queste di accedere alle proprie applicazioni e dati da remoto attraverso tecnologie che riducono l’impatto energetico, a Biblet, l’eReader di TIM realizzato per leggere i libri digitali evitando così il consumo della carta.

“Siamo orgogliosi di aderire per il secondo anno a questa importante iniziativa – dichiara Marco Patuano, Direttore Domestic Market Operations di Telecom Italia –. La nostra azienda è già da tempo impegnata a contrastare il cambiamento climatico riducendo le proprie emissioni di anidride carbonica e offrendo prodotti e servizi “green”. Telecom Italia prosegue infatti nello sviluppo dell’Information Communication Technology, nel cui ambito convergono ad esempio le tecnologiche che limitano lo spostamento di persone e cose sul territorio, favorendo così una mobilità intelligente”.

Telecom Italia è inoltre presente nella prima carrozza del Treno Verde per promuovere il modello di città intelligente e migliorare l’efficienza nelle Pubbliche Amministrazioni. Sono stati infatti sviluppati gli Smart Services, servizi di nuova generazione per la gestione da remoto dell’illuminazione pubblica, la videosorveglianza, la comunicazione ai cittadini e la gestione delle informazioni turistiche e della mobilità, insieme con soluzioni avanzate per l’ottimizzazione dei processi di gestione degli edifici, l’informatizzazione della scuola e l’inclusione sociale negli ospedali. Questi servizi valorizzano gli elementi infrastrutturali già esistenti, come ad esempio gli impianti di illuminazione pubblica, utilizzando tecniche di connettività non invasive.

Ecco nel dettaglio le soluzioni:
Green@Home è la soluzione innovativa sviluppata da Telecom Italia e Indesit Company, che permette di ottimizzare i consumi elettrici dell’abitazione, utilizzando al meglio l’energia nell’arco della giornata. Il progetto attualmente in sperimentazione si avvale di un gateway domestico evoluto e della tecnologia ZigBee per lo scambio di informazioni con gli elettrodomestici e le prese elettriche intelligenti in modalità wireless “senza fili”. L’utente potrà così controllare, direttamente da PC, palmare e tablet,i propri consumi, rilevare l’energia elettrica utilizzata da ogni apparato domestico, disconnettere quelli lasciati in stand by e quelli meno prioritari per il funzionamento della casa, quando il consumo di energia elettrica rischia di far “scattare il contatore”. Nella carrozza sarà possibile vedere come gli elettrodomestici potranno cooperare in modo intelligente grazie ad Internet veloce e alle future reti di distribuzione elettriche, le “Smart Grid”. La lavabiancheria e il forno, ad esempio, saranno in grado di dialogare con gli altri apparecchi per armonizzare i consumi e consentire la scelta migliore per l’avvio dei programmi. Il frigorifero, invece, sarà in grado di anticipare o ritardare l’utilizzo energetico nei momenti di picco di richiesta dalla rete di distribuzione, senza che le performance ne risentano.

Collabor@ di Impresa Semplice è il nuovo servizio dedicato alle Pmi che permette di organizzare riunioni e condividere documenti in tempo reale dal proprio ufficio, da casa e in mobilità. Collabor@ è un’applicazione informatica che consente di svolgere riunioni e collaborare on line con un numero elevato di persone (fino a 25) da PC e smartphone, attraverso Internet, e da telefono fisso e mobile in audioconferenza. Il servizio permette alle aziende di ridurre il numero delle trasferte e i relativi costi, con evidenti benefici in termini di efficienza professionale, qualità della vita e sostenibilità ambientale.

Ospit@ Virtuale di Impresa Semplice è un servizio di Cloud Computing dedicato alle Pmi che consente di accedere al proprio server virtuale attraverso un’interfaccia Web da qualsiasi Pc dotato di connessione a larga banda, garantendo la fruibilità dei dati e delle soluzioni informatiche aziendali anche in mobilità e in modo semplice, sicuro e protetto secondo i più elevati standard internazionali. Ospit@ Virtuale permette alle imprese di utilizzare i software e i sistemi operativi più avanzati senza sostenere significativi investimenti iniziali per l’acquisto e l’installazione. La suite Ospit@ Virtuale rientra nell’offerta “Nuvola Italiana” basata sull’infrastruttura dei Data Center di Telecom Italia, in grado di erogare grandissima capacità di calcolo, minimizzando l’impatto energetico e l’emissione di CO2 sull’ambiente.

Biblet è l’eReader Tim, che consente di leggere, senza l’uso di carta e inchiostro migliaia di libri. Grazie infatti alle tecnologie e-paper adottate offre il comfort della lettura tradizionale su carta, anche sotto la luce del sole. Biblet permette inoltre di accedere ai libri disponibili su Biblet Store di Telecom Italia (www.biblet.it), la prima piattaforma digitale italiana dedicata alla distribuzione degli eBook, che ospita nelle proprie vetrine 7.000 titoli di 143 editori. Il progetto è finalizzato a dare accesso al mondo dell’editoria digitale al più largo numero di case editrici operanti nel Paese e a dare impulso a questo nascente mercato in Italia.

10 Marzo 2011