Viola nuovo presidente del Radio Spectrum Policy Group

EUROPA

Il segretario generale dell'Agcom a capo del gruppo dei regolatori europei per il biennio 2012-2013: "Il mio obiettivo sarà contribuire allo sviluppo di politiche virtuose per il settore a sostegno della crescita economica e del benessere dei cittadini". Al francese Brégant la vice-presidenza

di F.Me.
Roberto Viola, segretario generale dell’Agcom, è stato eletto oggi all’unanimità presidente del Gruppo dei Regolatori del radiospettro (Rspg - Radio Spectrum Policy Group), massimo organo consultivo del Parlamento, del Consiglio e della Commissione europea sulle politiche regolamentari in materia di radiospettro in tutti i settori dell’Unione (telecomunicazioni, radiodiffusione, trasporti e navigazione, applicazioni spaziali e ricerca).

L’ Rspg è composto dalle Autorità degli Stati membri con competenza in materia di spettro radio. L’elezione, con mandato di durata biennale, è avvenuta nel corso della riunione plenaria del Gruppo, tenutasi a Bruxelles.

Per Viola, attuale vice-presidente Rspg, si tratta del secondo mandato (primo caso da quando l’organismo è stato istituito), dopo una prima esperienza come presidente nel 2010. Ad affiancarlo, nel biennio 2012-2013, in qualità di vice presidente, sarà il direttore generale dell’Agenzia Nazionale delle Frequenze della Francia, Gilles Brégant.

“Questo nuovo mandato conferitomi è per un onore e una testimonianza del lavoro svolto in questi anni dall’Agcom in Europa ed in Italia - sottolinea Viola - Siamo di fronte ad una rivoluzione epocale che vedrà i servizi radio protagonisti di tutte le attività della vita di ogni giorno: transazioni commerciali elettroniche, strade più sicure, controllo medico a distanza, risparmio energetico. Lo sviluppo di politiche virtuose nella gestione e assegnazione dello spettro radio che hanno un impatto diretto sulla crescita economica e il miglioramento della qualità della vita saranno l’obbiettivo del mio mandato di presidenza dell’Rspg.”

I prossimi due anni saranno estremamente importanti per l’attività del Rspg; tra i temi chiave che il gruppo sarà chiamato ad affrontare, il monitoraggio dell’implementazione del Radio Spectrum Policy Programme, il piano strategico comunitario che stabilisce il quadro comune delle politiche di sviluppo in tutti i settori dell’ Unione Europea, la cui approvazione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio è attesa per il secondo quadrimestre del 2012 e al quale lo stesso organo nel 2010 - proprio sotto la presidenza di Viola - aveva dato un fondamentale contributo. In particolare, nel 2010 è stata approvata una data comune per la liberazione coordinata di spettro per i servizi mobili a larga banda.

“Il conferimento all’Agcom della presidenza dell’Rspg rappresenta un prestigioso riconoscimento per l’Autorità e per l’Italia ed è la conferma – semmai occorresse – dell’eccellenza del livello tecnico dei funzionari dell’Autorità - commenta Calabrò - Il radiospettro rappresenta una risorsa chiave per la realizzazione di reti a larga banda e per la trasformazione dei sistemi produttivi. Il successo della recente asta delle frequenze, che ha visto l’incasso più alto d’Europa se rapportato alla popolazione servita, dimostra coi fatti che quel che vado dicendo da anni corrisponde alla realtà tecnologica in divenire e alle richieste del mercato.”

16 Novembre 2011