Comunicazione interattiva, il nuovo business di Adobe

STRATEGIE

Annunciate oggi tre importanti novità: il Flash nei microprocessori di nuova generazione, la tecnologia Air per visualizzare i computer offline connessi in rete e l'Open screen project dedicato all'innovazione nella comunicazione

di Gian Carlo Lanzetti
Comunicazione multicanale e interattiva: questo il business su cui punta Adobe che oggi a Milano ha annunciato una serie di novità. La prima è la decisione di inserire la tecnologia Flash di gestione dei video, fino a oggi liberamente scaricabile dalla rete, nei microprocessori di nuova generazione. "Un significativo passo in avanti sulla strada della gestione dei contenuti - ha sottolineato Paolo Motta,  Creative Solutions Business Manager Emea Adobe Systems-. Oggi il 75% di tutti i video in rete sono gestiti con questa tecnologia. Il 98% dei desktop connessi in rete si avvale di Flash che trova sempre più posto anche nei dispositivi mobili. “Molto approssimativamente, stima Motta, il 10% degli smartphone l’hanno a bordo”.

La seconda notizia riguarda la tecnologia Air che consente visualizzazioni anche offline dei computer connessi in rete. Già 300 milioni di utenti l’hanno scaricata. Con il runtime Adobe Air è possibile distribuire rich Internet application personalizzate sul desktop per una più stretta interazione con i clienti.

E poi c'è l’Open screen projest, consorzio promosso da Adobe che coinvolge tutti gli attori della filiera (tra cui Intel, Google e Cisco) per “creare una esperienza fluida di comunicazione attraverso lo sviluppo di nuovi strumenti”, ha annunciato Motta.

“La maggior parte delle aziende - ha aggiunto - è sempre più consapevole del valore aggiunto del contenuto all’interno delle proprie comunicazioni perché si sta rendendo conto che questo cambiamento permetterà loro di utilizzare modalità diverse, indipendentemente dal mezzo, e garantirà una fruizione migliore e più efficace e un ampliamento dei punti
di contatto con i propri interlocutori. Da sempre crediamo nel valore dell’integrazione dei canali di comunicazione e all’importanza di soluzioni tecnologiche innovative a supporto di una comunicazione coinvolgente e di una strategia di business efficace. I nuovi media si stanno rivelando un’ottima opportunità per acquisire un importante vantaggio in termini di
competitività e di efficienza dell’organizzazione aziendale e per garantire i presupposti che faranno crescere il proprio business”.

Gli annunci di Adobe hanno fatto il paio con una ricerca dell'università Bocconi: il 70% delle aziende intervistate ha investito nella comunicazione multicanale per far parlare e far conoscere l’azienda a nuovi pubblici di riferimento mentre una percentuale leggermente inferiore ha investito con l’obiettivo di migliorare i risultati di business e implementare i processi.

Un 35% di "pionieri" ha annunciato inoltre l’obiettivo di voler coinvolgere il cliente a tutto tondo, in un ottica interattiva e Web 2.0.

27 Gennaio 2010