Bernabè vice-presidente digitalizzazione e banda larga

UNIONE INDUSTRIALI ROMA

Franco Bernabè, amministratore delegato di Telecom Italia, è stato nominato questa mattina vicepresidente dell'Unione degli Industriali e delle imprese di Roma. La Giunta della Uir, presieduta da Aurelio Regina, riunitasi nella sede di via Noale ha nominato il manager all'unanimità.

La nomina di Franco Bernabè, uno dei più importanti manager nazionali ed internazionali e tra i più esperti nel campo delle
telecomunicazioni, va a rafforzare la squadra dei vicepresidenti dell'Unione Industriali che affianca Aurelio Regina nella
realizzazione del suo programma di presidenza e che annovera già figure prestigiose come Mauro Moretti, Flavio Cattaneo, Giampaolo Letta, Rocco Sabelli, Giorgio Zappa, Alessandro Caltagirone, Eduardo Montefusco, Stefano Zapponini, Attilio Tranquilli, Monica Lucarelli.

Al numero uno di Telecom Italia, che sostituisce Stefano Pileri, nuovo amministratore delegato di Italtel, è stata affidata una delega strategica del programma di presidenza di Aurelio Regina, per ''Digitalizzazione e Banda Larga'', che renderà Roma una delle prime grandi città metropolitane d'Europa interamente cablata con rete in fibra ottica di ultima generazione.

Il progetto ''Roma citta' digitale'' della Uir, entrato nella fase operativa gia' nel 2009, prevede la partecipazione di Telecom Italia e dei principali operatori telefonici, con un investimento interamente privato di 600 milioni di euro per 5 anni con un indotto occupazionale di oltre 1000 addetti.

Il progetto di Banda ''Ultralarga'' nella Capitale, che da oggi verrà coordinato direttamente da Bernabè, ha segnato l'inizio di un grande programma di modernizzazione e infrastrutturazione della città, reso possibile proprio grazie al coinvolgimento delle stesse imprese, per dare al territorio di Roma una nuova chiave di sviluppo attraverso tre asset fondamentali: sviluppo del tessuto delle piccole e medie imprese; ammodernamento del territorio; indotto occupazionale. La rete in fibra ottica di nuova generazione per la ''banda larghissima", che è in grado di abilitare collegamenti da terminali fissi e mobili per velocità fino a 100 megabit al secondo, porterà allo sviluppo di piattaforme per nuovi servizi dedicati a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni.

Nella Giunta odierna e' stato anche nominato, come
Rappresentante generale, Pierluigi Antonelli presidente a
amministratore delegato della multinazionale Bristol-Myers Squibb.
Inoltre il Consiglio Direttivo ha nominato l'ingegnere Eva D'Onofrio,
amministratore delegato di Sistemi Informativi del Gruppo IBM, nuovo
presidente del Comitato strategico Uir Femminile Plurale, costituito
nel 2000 da donne manager ed imprenditrici di aziende associate alla
Uir, nato per promuovere nuovi modelli organizzativi e di leadership
mirati alla valorizzazione delle risorse umane. Eva d'Onofrio, 48
anni, succede a Monica Lucarelli attuale Presidente del Gruppo Giovani
Imprenditori di Roma.

15 Novembre 2010