Cambio al vertice di Alu Italia, Baini presidente e Ad

AL VERTICE

Il nuovo numero uno sostituisce Stefano Lorenzi che andrà a guidare Sirti

di F.M.
Tempo di nomine in Alcatel-Lucent Italia e Sirti. Come anticipato dal sito del Corriere delle Comunicazioni, Stefano Lorenzi lascia il timone delle sede italiana di Alu per diventare Ad di Sirti. A sostituirlo Gianluca Baini che assume la carica di presidente e amministratore delegato, con responsabilità per le attività del Gruppo nell’area Mediterraneo che include, oltre all’Italia, Grecia, Malta, Cipro, Israele, Territori Palestinesi e, da quest’anno, anche Libia, Marocco, Tunisia, Algeria e Mauritania.

46 anni, laureato in Ingegneria elettronica all’Università la Sapienza di Roma il manager è entrato in Lucent Technologies nel 1999, dopo aver svolto attività nel campo della progettazione per Microdesign e Alenia Spazio (Finmeccanica). Dopo aver ricoperto il ruolo di direttore commerciale per i clienti Omnitel – Vodafone e H3G a livello nazionale e quindi per Vodafone Sud Europa, nel 2004 ha assunto la responsabilità dell’intero account mondiale Vodafone, mantenuta successivamente anche in Alcatel-Lucent.

“Per Alcatel-Lucent e per l’intero settore delle telecomunicazioni è questo un momento di grandi cambiamenti tecnologici e di modelli di business - dichiara Baini. - Sono lieto di poter cogliere questa sfida mettendo a disposizione l’esperienza che ho potuto realizzare in questi anni nell’ambito dell’azienda, sviluppando progetti di ampio rilievo per un grande operatore internazionale. So di poter contare su un team manageriale e di colleghi di grande valore e lavoreremo per essere ancor più vicini ai clienti e ai loro processi di trasformazione, in un mercato sempre più basato sulla convergenza di tecnologie, servizi, contenuti”.

Un commento anche dal suo predecessore, Lorenzi. “Questi anni in Alcatel-Lucent sono stati straordinari, sia dal punto di vista professionale che personale - dichiara Lorenzi - Aver contribuito al processo di trasformazione di un’azienda di respiro globale, con un management internazionale di grande valore rappresenta un’esperienza preziosa che confido di poter valorizzare anche nella nuova avventura che mi attende”.

19 Gennaio 2011