Ribaltone Hp, via 4 membri del board legati a Hurd

NOMINE

Dopo le dimissioni del Ceo l'azienda prosegue nel rimpasto dei vertici: "Servono nuove vision per affiancare Ceo e chairman"

di Patrizia Licata
La controversa uscita del chief executive Mark Hurd da Hewlett-Packard continuaa far sentire le sue conseguenze sul colosso americano dei computer, tanto che il board ha allontanato quattro persone legate all’ex Ceo e nominato quattro nuovi membri, dando di fatto il controllo di maggioranza della compagnia a top manager non coinvolti nella vicenda di Hurd. Il nuovo chief executive Léo Apotheker e il chairman Ray Lane, entrati in Hp a fine settembre, fanno ovviamente parte degli otto membri del cda che restano, ha chiarito l’azienda.

Il Financial Times ricorda che la cacciata di Mark Hurd, con il connesso scandalo, è costata ad Hp 10 miliardi di dollari del suo valore di mercato. “Questo giro di poltrone è molto insolito”, afferma Steve Mader, top manager di Korn/Ferry International. “Una delle possibilità è che le decisioni riguardo a Hurd e agli eventi successivi siano state legate a una sorta di scisma o a fazioni createsi nel cda”.

Alcuni azionisti ritengono infatti che l’azienda non avrebbe dovuto costringere Hurd a dimettersi, mentre altri hanno addirittura fatto causa ad Hp, accusando l’allora board of directors di aver sperperato i beni della compagnia concedendo all’ex Ceo una liquidazione del valore di ben 40 milioni di dollari (tanto che Hp ha garantito che riesaminerà il fascicolo sulle dimissioni di Hurd e la sua buonuscita).

Il problema dello scandalo Hurd è che l’iniziale sex-gate (le accuse di una collaboratrice contro il Ceo per presunte molestie sessuali) si è rivelato in realtà un più grave problema di trasparenza, integrità e credibilità, con sospetti di insider trading e falsificazione nei conti.

Hp tuttavia ha commentato che i cambiamenti nel board derivano dalla necessità di affiancare persone nuove ai nuovi chief executive e chairman. I membri del cda nominati oggi, ha dichiarato Lane, “sono persone rispettate e competenti nel settore capaci di portare al nostro board e al team manageriale originali punti di vista sul business di Hp e i rapidi cambiamenti in atto nell’industria tecnologica”.

I nuovi “directors” sono l’ex Ceo di Ebay Meg Whitman; Shumeet Banerji, chief executive officer della società di consulenza Booz & Company; Dominique Senequier, chief executive di AXA Private Equity; e Patricia Russo, ex chief executive officer di Alcatel-Lucent. Escono invece dal cda di Hp Joel Hyatt, John Joyce, Bob Ryan e Lucille Salhany.

21 Gennaio 2011