Industria 4.0. Ambrogi: "No a operazioni opportunistiche su misure di governo"

L'APPELLO

Il presidente di Aldai-Federmanager invita dirigenti e lavoratori a collaborare affinché la rivoluzione industriale digitale sortisca crescita economica e culturale. "Formazione professionale determinante"

di Mila Fiordalisi

“A cominciare dai dirigenti, tutti i lavoratori, giovani o anziani, sono chiamati a collaborare affinché le misure governative non restino buoni propositi o peggio non vengano trasformate in operazioni opportunistiche senza prospettive di vera crescita, culturale ed economica”. Romano Ambrogi, Presidente di Aldai-Federmanager (Associazione Lombarda Dirigenti Aziende Industriali) accende i riflettori sulla necessità di accelerare le iniziative di formazione per spingere l’acceleratore sui progetti legati a Industria 4.0 anche e soprattutto a seguito dell’annuncio del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda di voler potenziare il Piano stimando incentivi per 1,5 miliardi di euro.

“Auspichiamo ancora una volta il pieno coinvolgimento dei dirigenti industriali in tutte le azioni di applicazioni concrete alle imprese - sottolinea Ambrogi - in particolare nella corretta implementazione dei piani di formazione professionale che devono tradurre la spinta imprenditoriale in scelte precise che coinvolgano tutti gli uomini e le donne nella rivoluzione industriale in atto Aldai-Federmanager, la più grande associazione territoriale di Federmanager , è pronta a collaborare con gli imprenditori e le istituzioni per sperimentare a Milano e in Lombardia le nuove modalità di lavoro che la tecnologia ci propone incessantemente”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 29 Agosto 2017

TAG: industria 40

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store