Allarme utili per Philips: "Mercato dell'ettronica debole"

PROFIT WARNING

Dopo la cessione del business dei televisori lo scorso aprile, la multinazionale olandese rivede al ribasso le stime per il secondo trimestre a causa del calo della domanda del segmento consumer electronics

di P.A.
Philips, multinazionale olandese dell'elettronica, ha annunciato che il ribasso della domanda di prodotti di elettronica di consumo, principalmente in Europa occidentale, avrà un impatto particolarmente negativo sulle vendite del gruppo nel secondo trimestre. Il titolo affonda alla Borsa di Amsterdam, con un calo che in mattinata ha raggiunto l'11,4%.

"Il mercato tradizionale dell'elettronica di consumo sta affrontando, in particolare in Europa occidentale, una situazione di minore domanda", ha annunciato Philips in un comunicato. Di conseguenza, l'industria dell'elettronica di consumo è attesa nel secondo trimestre da una "leggera flessione" delle vendite a perimetro costante, secondo il gruppo olandese, che ha annunciato il 18 aprile la vendita del suo ramo televisori, in difficoltà.

A causa delle "condizioni di mercato più deboli del previsto", in particolare nel settore delle costruzioni, la divisione illuminazione della Philips dovrebbe a sua volta registrare solo un "leggero aumento" delle vendite su base comparabile e un Ebitda pari a circa 85 milioni di euro, ha detto la societa".

22 Giugno 2011