Internet economy, in Italia affaire da 60 miliardi

L'ANALISI

L'economia digitale vale 32 miliardi, pari al 2% del Pil, ma se si considerano anche gli impatti indiretti, come gli acquisti off-line frutto delle ricerche in rete, il dato si raddoppia. Traina il comparto dei viaggi con il 32% di quota seguito dai servizi finanziari (27%)

di Mila Fiordalisi
Vale 32 miliardi di euro, pari al 2% del Pil nazionale l'Internet economy italiana. E' quanto emerge da uno studio realizzato congiuntamente dal portale specializzato in viaggi on-line SpeedVacanze.it e da Best Network, società di comunicazione leader nel web marketing.

"Se oltre all’impatto diretto di Internet sull’economia si considerano anche gli impatti indiretti, come ad esempio il valore dei beni e servizi trovati on-line e successivamente acquistati off-line, il totale dell’impatto diretto e indiretto di Internet sull’economia italiana è di quasi 60 miliardi di euro", sottolinea Giuseppe Gambardella, uno dei pionieri dell’e-commerce in Italia.

La crescita esponenziale del valore di Internet in Italia è correlata all'aumento del numero degli utenti che secondo le stime di SpeedVacanze.it e Best Network hanno raggiunto quota 26.316.000 internauti, la metà dei quali naviga su Internet tutti i giorni. A trainare l'Internet economy italiana è il comparto dei viaggi (32%), dei servizi finanziari (27%) e dell’e-commerce nel settore dell’abbigliamento e degli articoli sportivi (23%), che sono i settori privilegiati dello shopping virtuale degli italiani.

11 Luglio 2011