Hp, una unit ad hoc per spingere WebOs

STRATEGIE

Hp riorganizza la divisione Personal systems group e crea una unit focalizzata sullo sviluppo e la promozione del proprio sistema operativo. L'obiettivo è espandere il bacino di utenza del sistema operativo acquisito con Palm e differenziarsi dalla concorrenza

di Patrizia Licata
Per Hewlett Packard il motore della crescita si chiama WebOs, il sistema operativo acquisito l'anno scorso insieme alla società Palm, pioniere a suo tempo degli smartphone. Hp ha deciso perciò di riorganizzare la propria divisione personal computer per ampliare il bacino di utenza del software WebOs e di creare una nuova unit tutta dedicata allo sviluppo del sistema operativo.

Jon Rubinstein, ex chief executive officer di Palm, diventa direttore dello sviluppo prodotti e innovazione all’interno del Personal systems group (Psg) di Hp, che include i Pc, i tablet e gli smartphone. Il senior vice president Stephen DeWitt dirigerà invece la nuova unit responsabile dello sviluppo e promozione del sistema operativo WebOs. Entrambi riporteranno a Todd Bradley, numero uno della divisione Psg.

Hewlett-Packard conta sull’integrazione di WebOs per differenziare i suoi prodotti da quelli rivali, da Apple iPad ai tanti smartphone e tablet che usano Google Android. Il Ceo di Hp Leo Apotheker ha dichiarato a febbraio che tutti i Pc dell’azienda avranno il WebOs entro la fine del prossimo anno, mentre oggi supportano solo il sistema operativo Windows di Microsoft.

Rubinstein è stato un top manager della Apple, prima di diventare Ceo di Palm, e ha contribuito a creare l’iMac e l’iPod. Ora sarà per Hewlett-Packard senior vice president of product innovation e lavorerà su tutti i progetti innovativi del gruppo di Palo Alto.

Apotheker è in piena fase di riorganizzazione delle business unit di Hp per ravvivare la crescita e recuperare market share dopo aver annunciato a maggio che le revenues quest’anno saranno un miliardo di dollari inferiori al previsto.

DeWitt, che lavora in Hewlett-Packard dal 2008, era prima responsabile in Nord America delle vendite e marketing dei personal systems (il ramo di business che include Pc e smartphone e che l’anno scorso ha fatturato 40,7 miliardi di dollari nel mondo). Il suo posto sarà presto da Stephen DiFranco, ex general manager di Hp, oggi promosso a senior vice president, mentre DeWitt si occuperà di progettazione, ricerca e sviluppo, vendita e marketing per WebOs. Intanto il primo tablet di Hewlett-Packard con sistema WebOs, il TouchPad, è in vendita dal primo luglio. “E’ fondamentale per noi espanderci e attrarre più sviluppatori verso questa piattaforma”, ha dichiarato DeWitt.

12 Luglio 2011