In Italia l'azzardo è online. Via a poker cash e casinò games

SCOMMESSE VIRTUALI

Da oggi legali le scommesse al tavolo verde via web. Puntate da 50 centesimi a 1000 euro

di P.A.
"Sono partiti con una mezzora di ritardo il poker cash e i casinò games per problemi di configurazione di Sogei, un tempo necessario a effettuare il set-up, ma adesso i giocatori stanno giocando, e abbiamo diverse migliaia di persone che stanno provando i nuovi prodotti". Così Gianluca Ballocci, responsabile dell'internet gaming di Lottomatica racconta i primi minuti del lancio di poker cash e casinò games in Italia, previsto per le 14,00 e partito una mezzora in ritardo.

A calamitare l'attenzione soprattutto il poker cash: "un successo che era facile attendersi in questa fase», ha detto Balloci ad Agicos. "Per il cash c'era molta attesa, ma soprattutto gli appassionati di poker fanno meno fatica a spostarsi dal torneo alla nuova modalità di gioco. I casinò games invece hanno una storia più breve, si sono stati appena 20-30 giorni di fan games e si tratta di prodotti che devono conquistarsi un proprio pubblico".

Al via quindi da oggi due novità per il mercato italiano, il poker cash (la possibilità di giocare e di effettuare vere puntate a soldi, non come finora acquistare un ''gettone'' per entrare a giocare nel tavolo virtuale) e i casinò games, con specialità da sempre apprezzate dai giocatori come i dadi, il black jack o la roulette.

Il tutto sotto il controllo dei Monopoli di Stato (Aams) che hanno già avviato da alcuni giorni i collaudi tecnici con gli operatori che avvieranno per primi i nuovi prodotti online.

Con il poker cash e i casinò games, secondo la piattaforma NetBetCasino.it, si prevede un salto della raccolta che potrebbe portare il movimento del gioco on-line ad attestarsi nel 2012
sui 40 miliardi di euro, oltre il 2% del Pil nazionale.

Sempre secondo le stime degli operatori, nel 2012 sarà dunque il settore del gambling online a trainare l'Internet economy italiana, attestandosi al primo posto con il 32% di fascia di mercato dell'online. Il tutto in attesa che i giochi pubblici si arricchiscano anche del poker live (i tornei dal vivo giocati nei circoli sportivi) il cui regolamento è ancora in attesa di
essere varato.

"Le piattaforme Gtech G2 adottate - ha detto Gianluca Ballocci, direttore Interactive di Lottomatica - si sono dimostrate sicure ed affidabili, sia durante le certificazioni che in sede di collaudo; una garanzia di sicurezza che accompagnerà i giocatori in questa nuova esperienza di gioco".

Lo sviluppo del progetto - spiega Kenny Ibgui, ceo di Bpg, società proprietaria di NetBetCasino.it che finora ha dato la possibilità di giocare con prodotti dimostrativi - ha avuto una fase di preparazione di oltre un anno con enormi investimenti economici e con l'impiego di centinaia di consulenti esperti del settore informatico e di quello dei giochi. Solo per garantire la casualita' dei risultati, ad esempio, sono state realizzate milioni e milioni di prove e ancora oggi NetBetCasino.it continua a testare il software per garantire i massimi livelli di operativita' e di sicurezza''.

L'online, secondo alcune stime, ha chiuso il primo semestre 2011 con una raccolta intorno ai 2,4 miliardi di euro, un dato in calo di oltre il 6% rispetto agli oltre 2,5 miliardi incassi nello stesso periodo dell'anno precedente. Ad incidere in maniera importante sul calo sono stati il poker e le scommesse sportive online che da soli valgono circa il 90% dei giochi via internet.

18 Luglio 2011