Emc, utili e ricavi in volata. Trainano cloud e big data

TRIMESTRALE

Nel secondo trimestre la società registra una crescita del 20% del fatturato pari a 4,58 miliardi di dollari. Utili a +28%. Il Ceo Tucci. "Il nostro segreto? Investimenti e crescita bilanciata"

di Federica Meta
Brilla il secondo trimestre di Emc. La società ha registrato i ricavi consolidati per 4,85 miliardi di dollari, in aumento del 20% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, e un utile netto Gaap in crescita del 28% (546 milioni di dollari). Il reddito netto non-Gaap si è attestato sui 793 milioni (+33%).

“Il nostro trimestre da record è stato segnato da una crescita bilanciata, una esecuzione esemplare e una significativa innovazione tecnologica, oltre che dalla considerazione che organizzazioni di tutto il mondo continuano a sostenere le strategie di cloud computing e Big Data di Emc – commenta il Ceo e chairman Joe Tucci - Con soluzioni e servizi all’avanguardia nel mercato della gestione delle informazioni e della virtualizzazione, oltre ad un solido ecosistema di partner, siamo certi di poter continuare a garantire ottimi risultati e non solo nel breve periodo. Inoltre, proseguiremo nella nostra politica di investimenti tesa ad estendere la nostra offerta tecnologica e aiutare così clienti e service provider ad accelerare i processi di trasformazione dei loro modelli di business e di IT”.

Il flusso di cassa operativo è stato pari a 2,2 miliardi e il flusso di cassa non operativo (disponibile) di 1,6 miliardi di dollari, chiudendo il trimestre con la cifra di 9,5 miliardi di dollari, tra cassa e investimenti.

“I risultati rappresentano un’ulteriore prova di quanto sia stata corretta la scelta del nostro Go To Market che ci permette di guadagnare quote di mercato, investire significativamente per trarre vantaggio dalle grandissime opportunità generate dal cloud computing e dai Big Data incrementando la profittabilità – puntualizza il Cfo David Goulden - La nostra solidità e flessibilità finanziarie, abbinate ad un forte focus sui clienti, ci permettono di identificare e sfruttare nuove opportunità di crescita del nostro valore verso clienti ed azionisti. Visti gli ottimi risultati raggiunti finora e le opportunità prevedibili per il resto del 2011, eleveremo il nostro obiettivo finanziario annuale. Pensiamo di raggiungere risultati superiori ai 19,8 miliardi di dollari per i ricavi consolidati, a 1,07 miliardi di dollari di Eps Gaap e a 1,48 miliardi di dollari di Eps non-Gaap.”

Tra gli highlight di questo secondo trimestre vi sono la crescita a doppia cifra nei ricavi derivanti dall’area Information Storage, aumentati del 19% rispetto al secondo trimestre del 2010. Il portfolio di prodotti storage di fascia alta Emc Symmetrix, che include Symmetrix Vmax, ha portato profitti superiori del 15% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, mentre il fatturato relativo all’offerta storage per il mid-market, è cresciuto del 27% anno su anno.

Anche i risultati di fatturato della controllata VMware sono stati positivi, con crescite rispettive del 37% e del 13% rispetto all’anno precedente. Altri elementi salienti del trimestre appena concluso comprendono la forte crescita nel fatturato derivante da Unified Storage Emc Vnx e per le soluzioni di back up e recovery dell’azienda. Emc ha registrato anche una crescente richiesta da parte del mercato per le sue tecnologie Big Data – i ricavi derivanti dalle vendite di Isilon, Atmos e Greenplum sono tutti raddoppiati anno su anno.

Sempre nel corso del trimestre, la Vce – la Virtual Computing Environment Company creata da Cisco ed Emc con la partecipazione di VMware e Intel – ha registrato una richiesta ancora più forte da parte dei clienti per un’infrastruttura convergente best-of-breed,come la VBlock Infrastructure Platform. Il fatturato di Vce in questi sei mesi ha già superato l’ammontare complessivo registrato nel 2010.

I ricavi consolidati generati negli Stati Uniti sono stati di 2,5 miliardi di dollari, con una crescita del 17% anno su anno, che rappresentare il 52% del fatturato complessivo del secondo trimestre. I ricavi generati fuori dagli Stati Uniti hanno fatto registrare il record assoluto di 2,3 miliardi di dollari, con una crescita del 25% anno su anno, a rappresentare il 48% del fatturato del secondo trimestre. In dettaglio i ricavi non-Usa sono cresciuti del 20%, 34% e del 43% anno su anno rispettivamente nelle regioni Emea (Europa, Middle East e Africa) e Apj (Asia Pacific e Giappone) e America Latina.

Per il 2011 Emc prevede ricavi consolidati pari a 19,6 miliardi di dollari e utili Gaap tra +16% e 17%. Del fatturato complessivo.

21 Luglio 2011