Il cloud computing di Ibm sbarca in Giappone

LA NUVOLA

Big Blue battezza a Makuhari un data center dedicato ai servizi enterprise basati sulla nuvola. Entro fine 2011 via anche alla struttura specializzata nella piattaforma di collaboration LotusLive

di F.Me.
Il cloud di Ibm sbarca di Giappone. Big Blue ha infatti aperto nel Paese del Sol Levante un nuovo Data Center ad hoc. Le nuove strutture ampliano la rete di delivery globale di Ibm per il cloud computing, che oggi serve più di 50 paesi del mondo con centri in Singapore, Germania, Canada e Stati Uniti uniti a 13 laboratori di sviluppo, di cui sette con sede nella regione Asia Pacifico: Cina, India, Corea, Giappone, Hong Kong, Vietnam e Singapore.

Il nuovo Data Center Cloud, che ha sede a Makuhari in Giappone, è dedicato aalla piattaforma SmartCloud Enterprise, che comprende una vasta gamma di servizi cloud gestiti in sicurezza per eseguire diversi carichi di lavoro - quali siti web, elaborazioni batch, sviluppo e test -- in ambienti di cloud pubblico o privato o ibrido.
Con questi servizi i clienti enterprise asiatici potranno ridurre i tempi di realizzazione di specifici carichi di lavoro da giorni a minuti, grazie all’automazione e al provisioning rapido, realizzando ottimizzazioni di costi superiori al 30% rispetto agli ambienti tradizionali e avendo sempre garantite le seguenti caratteristiche: sicurezza e isolamento; disponibilità e performance; scelta di piattaforme tecnologiche; supporto di gestione e realizzazione; pagamento e fatturazione.
Contestualmente all'apertura del data center, Big Blue ha annunciato, entro il 2011, di un altro data center, dedicato a LotusLive, i servizi di collaborazione basati sul cloud di Ibm.

LotusLive offre tool di collaborazione sociale integrati, che uniscono il business social network di un’azienda a funzionalità quali la memorizzazione e la condivisione dei file, la messaggistica istantanea, il web conferencing e la gestione delle attività. Questi strumenti integrati permettono agli utenti di condividere e modificare le informazioni in sicurezza, tenere riunioni on-line e gestire facilmente le attività all’interno e all’esterno dei confini aziendali.

Il data center giapponese dedicato a Lotus Live è stato ideato per aiutare a migliorare le performance di rete e ad aumentare le opportunità commerciali per gli utenti LotusLive. Il centro consentirà alle aziende che non possono portare i loro dati al di fuori del paese per la sicurezza e la conformità normativa, di lavorare in un ambiente cloud molto sicuro.

27 Luglio 2011