Data center su misura di incubatori

RETELIT

Incubatori, poli tecnologici e business angel: sono queste le realtà alle quali Retelit guarda oggi con particolare interesse per sviluppare la propria crescita nel mercato dei servizi infrastrutturali Ict.

Per loro la società ha appena perfezionato una nuova offerta di servizi di housing e connettività ad alto valore aggiunto - basata sulla disponibilità di oltre 16mila mq in 19 Data Center localizzati in altrettante città italiane e attrezzati con le più moderne infrastrutture tecnologiche - e soluzioni personalizzabili, a costi di ingresso estremamente competitivi.

Retelit, uno dei principali operatori italiani di servizi di trasmissione dati e infrastrutture di rete per il mercato delle telecomunicazioni, può mettere a disposizione una delle più estese e capillari infrastrutture in Italia - 7300 chilometri di fibra ottica - e 8 reti metropolitane nelle principali città.

“Siamo convinti che siano proprio le realtà abituate a confrontarsi quotidianamente con le sfide imprenditoriali quelle che potranno maggiormente apprezzare un patrimonio tecnologico e infrastrutturale di primo livello come il nostro, abbinato a offerte altamente competitive. Le nuove offerte sono “su misura” per favorire l’adozione di piattaforme di Data Center in rete per piccole realtà agli esordi e in fase di start up. Incubatori, poli tecnologici e business angel annoverano sempre di più fra le loro realtà finanziate, iniziative ad alto contenuto tecnologico basate sulla Rete, che necessitano di servizi avanzati di Data Center e di banda ultra-larga per la loro crescita ”, spiega Giuseppe Sini, Direttore Commerciale di Retelit.

L’offerta è sostanzialmente di due tipi: convenzione e accordo di partnership. Nel primo caso, Retelit propone contratti di fornitura alle start-up associate al polo o all’incubatore convenzionato, a condizioni economiche estremamente competitive prevedendo pacchetti standard e soluzioni personalizzabili.

Nel caso degli accordi di partnership di più ampio respiro, invece, Retelit mette a disposizione degli incubatori di impresa la piattaforma tecnologica dei servizi Ict, da utilizzare per servire le proprie aziende start-up a un costo inferiore rispetto alla fornitura dei singoli servizi Ict. “L’incubatore potrà a sua volta fornire i servizi Ict come parte integrante del proprio portafoglio; in questo caso, il valore dell’erogazione sarà pari al prezzo di mercato dei servizi offerti alle proprie imprese, mentre il costo effettivo da esso sostenuto sarà inferiore, grazie alle economie di scala da noi realizzate”, aggiunge Sini.

I 19 Data Center di Retelit offrono funzionalità tecnologiche all’avanguardia: il doppio accesso in fibra ottica e la ridondanza delle infrastrutture - come, per esempio, sistemi di condizionamento, sistemi di protezione elettrica - garantiscono la continuità di servizio anche in caso di guasti; la rete in fibra ottica di proprietà consente l’accesso a servizi di trasmissione dati broadband e ultra-broadband Internet e dedicati con disponibilità di banda “illimitata” in diverse tecnologie GigaEthernet/Sdh/Dwdm.

E ancora, infrastrutture e processi avanzati rispetto a quelli dei Ced tradizionali garantiscono una maggiore sicurezza fisica e logica e, di conseguenza, una maggior protezione dei dati aziendali. Senza contare che, in caso di problemi, Retelit mette a disposizione un servizio di customer care attivo 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno.

01 Settembre 2011