Nuove soluzioni cloud

CA TECHNOLOGIES

CA Technologies ha annunciato dieci nuovi prodotti/soluzioni e aggiornamenti a sostegno della propria strategia orientata alla costruzione di una ‘cloud-connected enterprise’. Con queste nuove release, i clienti di classe enterprise potranno usufruire di tutta la visibilità e portabilità necessarie per operare le scelte più opportune in questo ambiente informatico eterogeneo in continua espansione e anticipare il momento del Time-To-Value nelle implementazioni cloud ibride.

"Affrontando innanzitutto gli interrogativi relativi a gestione e sicurezza al momento di avviare qualsiasi iniziativa di cloud computing, possiamo aiutare le imprese a scegliere, implementare e definire concretamente la combinazione migliore del mondo cloud per riuscire a valorizzare l’investimento in tempi brevi – come peraltro impone l’attuale realtà aziendale - ha detto Roger Pilc, General Manager Virtualization & Automation di CA Technologies - Scegliendo di farsi affiancare da CA Technologies, le aziende riusciranno a realizzare in tempi più rapidi le rispettive strategie cloud a prescindere che si tratti di sfruttare al meglio i servizi delle cloud pubbliche, valorizzare gli ambienti fisici e virtualizzati già esistenti nel contesto di una cloud privata, sviluppare da zero servizi per cloud private, o tutte queste cose assieme".

I seguenti prodotti e soluzioni facenti parte del presente annuncio prevedono il supporto del ciclo di vita per le implementazioni di cloud computing:

CA Business Service Insight 8.0: Sviluppato per gestire le performance sia dei servizi tradizionali che di quelli basati su cloud, CA Business Service Insight aiuta le aziende a pianificare e garantire il successo delle iniziative cloud. Grazie alle funzionalità per il rilevamento, la comparazione e la misurazione di servizi e livelli di servizio, i clienti vengono aiutati a operare decisioni più fondate in merito alle opzioni di ciascun servizio.

I clienti possono misurare e mettere a confronto servizi interni ed esterni (e rispettive performance) per mezzo del Service Measurement Index presente su Cloud Commons. Business Service Insight offre inoltre la possibilità di analizzare svariate opzioni di servizio tramite un’interazione ‘sociale’: è possibile raccogliere preziosi dati di confronto sulle opinioni riguardanti i servizi tramite la creazione di appositi questionari rivolti ai propri omologhi nel settore.

Business Service Insight aiuta inoltre i clienti ad abbattere i rischi relativi a performance e security offrendo loro la possibilità di inventariare i servizi tradizionali e cloud presenti nell’ambiente IT.

Infine, i clienti possono migliorare l’agilità operativa dell’azienda e migliorare la customer satisfaction grazie alla visibilità necessaria a livello di business per garantire che i servizi funzionino ai livelli operativi e contrattuali pattuiti.


CA Automation Suite for Data Centers 12.5: Questa soluzione integrata per la gestione automatizzata del data center consente alla funzione IT di rispondere alle esigenze del business aziendale come il fabbisogno di maggiore capacità disponibile ‘on-demand’. Questa funzionalità (chiamata in gergo “cloud-bursting”) permette ai clienti di spostare all’occorrenza i carichi di lavoro da cloud private a cloud pubbliche per assecondare la domanda e soddisfare gli accordi sui livelli di servizio (Sla).

I progressi compiuti nella tecnologia “Rapid Server Imaging” di CA Technologies permettono di non dipendere da un unico fornitore: i clienti hanno infatti la possibilità di spostare agevolmente applicazioni e carichi di lavoro fra piattaforme di cloud pubbliche dei diversi vendor quali Amazon Web Services, Rackspace e Terremark.

Composta dalle nuove release di CA Server Automation, CA Virtual Automation, CA Configuration Automation e CA Process Automation, CA Automation Suite for Data Centers è una nuova soluzione completa e graduale per l’automazione che offre funzioni di provisioning dinamico, gestione delle configurazioni, deployment e scalabilità elastica dei servizi e dell’infrastruttura IT, associate a un’automazione dei server basata su policy per ottimizzare la qualità e la disponibilità dei servizi aziendali.

CA AppLogic 3.0: Questa piattaforma “chiavi in mano” di cloud computing consente alle aziende di progettare ed erogare servizi virtuali di business su cloud pubbliche e private. Grazie a un’intuitiva interfaccia visiva, le aziende possono definire l’infrastruttura, eseguire il provisioning, il deployment e la gestione delle applicazioni nonché monitorare l’operatività con il semplice ausilio di un browser. A partire da questa release, i clienti possono eseguire applicazioni e servizi con hypervisor VMware Esx e Xen sulla stessa grid, assicurando un nuovo livello di indipendenza e flessibilità nell’erogazione di servizi cloud. Possono inoltre importare workload tramite l’Open Virtualization Format (Ovf), sfruttando in maniera intelligente gli investimenti di virtualizzazione.

Il nuovo Global Fabric Controller prevede funzioni di rilevamento e inventariamento per semplificare l’installazione e contribuire alla riduzione dei costi operativi, mentre le funzionalità di controllo degli accessi basato sui ruoli includono nuove opzioni per migliorare la security. Le imprese che utilizzano applicazioni interne sulla piattaforma cloud CA AppLogic possono trasferirle agevolmente su qualsiasi fornitore dell’ecosistema di cloud pubbliche che utilizzi la stessa piattaforma cloud di CA AppLogic.

CA Automation Suite for Clouds 1.0: Nuova soluzione preintegrata per l’erogazione di servizi su cloud private. Questa soluzione preconfezionata consente il provisioning rapido, prevedibile e sicuro, con un’infrastruttura cloud e servizi critici progettati per ambienti ibridi.

Questo framework precollaudato ed espandibile è stato progettato per consentire a clienti e partner un’implementazione rapida e il raggiungimento anticipato del Time-To-Value. Include workflow predefiniti per un’erogazione automatizzata in self-service dell’infrastruttura virtuale e fisica e dei servizi applicativi, rendendolo ideale sia per gli ambienti IaaS di base che per una facile estensione dei servizi cloud automatizzati presenti e futuri. La CA Automation Suite for Clouds è formata da CA Server Automation, CA Virtual Automation, CA Process Automation, CA Configuration Automation e CA Service Catalog.

CA Virtual Placement Manager 1.0: Aiuta le aziende a progettare e realizzare infrastrutture virtualizzate grazie a un rivoluzionario concetto di capacity management che elabora automaticamente l’assegnazione ottimale dei carichi di lavoro, predice il fabbisogno di capacità e gestisce i rischi relativi a performance e tempi di risposta senza rinunciare a un giusto dimensionamento di eventuali VN nuove o già presenti. Gli utenti possono svolgere tali analisi su componenti infrastrutturali già esistenti o ipotetici.

Questa soluzione di placement & balancing, basata su tecnologie sviluppate in seguito all’acquisizione di Hyperformix, comprende una library infrastrutturale, avvalendosi di dati sulle performance e sull’utilizzazione della capacità (provenienti da agenti di terze parti) per supportare un’analisi multi-vendor. CA Virtual Placement Manager aiuta ad affrontare i problemi di proliferazione incontrollata e stallo delle VM grazie all’utilizzo di soluzioni analitiche brevettate.

05 Settembre 2011