Contrordine: Facebook non dirà addio a Deals

L'ANTI-GROUPON

La notizia sulla disattivazione del servizio lanciata attraverso il social network ha ingenerato confusione tra i media: la "chiusura" in realtà riguarderà solo alcune funzioni, fra cui l'aggiornamento quotidiano sulle proposte giornaliere. La creatura di Zuckerberg sposta l'attenzione sul target Pmi per differenziarsi da Groupon

di F.Me.
Facebook Deals chiude oppure no? La domanda – direbbe qualcuno – nasce spontanea dato che il servizio continua a funzionare, anche se in modalità diversa. A generare confusione nella stampa di tutto il mondo è stato l’annuncio del social network che ne sanciva la fine. A leggere bene la nota ufficiale, però, Zuckerberg e compagni avevano sottolineato la chiusura non del servizio in toto – anche se il comunicato fa riferimento sempre a Deals in termini generici, cosa che appunto ha creato confusione – ma solamente del Daily Deals (tra l’altro mai attivato in Italia), del tutto simile a Groupon con cui non ha retto il confronto. In vita rimane dunque Check-in Deals. Ed ecco perché la società aveva chiarito di volere continuare a lavorare sul business delle offerte online, concentrando l'attenzione soprattutto sulle piccole imprese.

06 Settembre 2011