Ibm scommette sulle Pmi. Sul piatto un miliardo di dollari

FINANZIAMENTI

Finanziamenti rapidi a tasso zero per le imprese che vogliono innovare. Via anche a nuove offerte per cloud e il business analytics. Monshaw: "Le piccole e medie aziende chiave della ripresa economica"

di Federica Meta
Ibm scommette sulle Pmi. Big Blue si impegnerà a stanziare nei prossimi 18 mesi 1 miliardo di dollari per aiutare le piccole e medie imprese a sfruttare soluzioni avanzate nelle aree della business analytics e del cloud computing. Con questa iniziativa la società mira a stimolare l’innovazione e guidare la crescita economica, rendendo più accessibile il credito alle piccole e medie imprese, con approvazioni rapide in meno di 60 secondi, tramite la Ibm Global Financing.

Attualmente uno dei principali limiti che ostacolano il successo delle Pmi è la mancanza di fondi per investimenti . La Us Small Business Administration (Sba) riferisce che ben oltre il 50% delle piccole imprese fallisce entro i primi cinque anni per mancanza di capitale. Un fallimento che ostacola la ripresa economica dato che il mercato delle Pmi è responsabile di circa il 65% del Pil globale, rappresenta più del 90% di tutte le imprese e occupa più del 90% della forza lavoro mondiale

L’impegno di Ibm rappresenta dunque una risposta concreta all’urgente necessità di capitale e si propone di dare le basi e le risorse giuste per sostenere le Pmi in questo momento economico, eliminando molte delle barriere rappresentate dai costi dell’investimento che ostacolano la crescita della loro attività.

“Le Pmi sono il motore di nuove idee per la nostra economia e per la crescita economica. La curiosità e un nuovo modo di pensare sono gli elementi che le distinguono - spiega Andy Monshaw, general manager di Ibm Midmarket Business - Stiamo uscendo dalla recessione e molto spesso è il piccolo imprenditore a fare da guida. È necessario compiere sforzi significativi per fornire una solida base alle imprese per consolidare il proprio business per la crescita. Ora che le informazioni sono diventate la nuova moneta, la capacità delle Pmi di sopravvivere in un ambiente sempre più competitivo e globale è in larga misura determinata dall’utilizzo delle nuove tecnologie, come le soluzioni di cloud computing e business analytics, per accedere rapidamente alle informazioni e sfruttarle come vantaggio competitivo”.

Nel dettaglio Ibm Global Financing offre soluzioni di leasing e finanziamenti semplici e flessibili, che includono anche offerte di finanziamento a 12 mesi a tasso zero, per consentire di acquisire immediatamente la tecnologia e i servizi necessari per avviare la trasformazione del business, con una più efficace gestione del proprio flusso di cassa.

Queste soluzioni finanziarie saranno rese disponibili alle imprese tramite i Business Partner Ibm, che possono beneficiare di tool per la gestione online delle offerte finanziarie , generare proposte di prezzi e ottenere rapide approvazioni alle richieste di credito in meno di un minuto, il tutto con un semplice clic.

Contestualmente all'impegno finanziario Big Blue ha anche lanciato una nuova serie completa di nuove soluzioni, con sistemi ottimizzati per il carico di lavoro che combinano offerte hardware, software e di servizi nelle aree cloud computing, business analytics, collaboration e sicurezza, tutte proposte disegnate specificamente per le esigenze chiave delle Pmi.  Le offerte comprendono le soluzioni avanzate delle società recentemente acquisite da Ibm come Cast Iron, BigFix, Spss, Netezza e Cognos.

I clienti potranno ora sfruttare queste nuove tecnologie, senza anticipo di denaro e con comodi pagamenti mensili o trimestrali. Inoltre, potranno trarne vantaggi immediati perchè le soluzioni possono essere pienamente operative nel giro di due-tre giorni, con un risparmio di costi e tempo fino al 50%.

Secondo Ami Partners, le Pmi negli Stati Uniti spenderanno più di 49 miliardi di dollari in servizi cloud nel 2015, quasi il doppio rispetto alle dimensioni del mercato attuale. In una recente indagine di Ibm sul mercato delle medie imprese condotta su 650 Cio, metà degli intervistati intende investire nel cloud nei prossimi cinque anni: un aumento del 50 per cento della domanda di cloud computing rispetto all'ultimo studio sui Cio del 2009. Le soluzioni cloud possono infatti aiutare le PMI ad automatizzare l’infrastruttura IT, consentendo al personale di dedicarsi a progetti strategici vitali per il business.

In questo contesto le nuove soluzioni affrontano anche l’area della business analytics per consentire alle piccole e medie imprese di superare la sfida dei “Big Data”, estrarre elementi di conoscenza, individuare i trend, prendere decisioni di business migliori e identificare nuove opportunità di mercato. L'indagine ha evidenziato che le soluzioni di business analytics sono una priorità assoluta per più dell’83% dei Cio.

Oltre a software, servizi e soluzioni finanziarie, Ibm aiuta agli imprenditori offrendo anche accesso gratuito a tecnologie avanzate, esperti di business e formazione grazie al Global Entrepreneur Program e alla rete di 40 Innovation Center globali.

08 Settembre 2011