Stage per gli studenti della Scuola Superiore Sant'Anna

HITACHI DATA SYSTEMS

E’ entrato nella fase operativa il Master Universitario di secondo livello in Management, Innovazione e Ingegneria dei Servizi (Mains) promosso dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Dopo sette mesi di corso teorico, infatti, i partecipanti al Master sono stati coinvolti in uno stage aziendale nelle aziende partner, tra le quali la multinazionale giapponese Hitachi Data Systems che ha offerto al candidato selezionato una borsa di studio per l’intero anno scolastico appena trascorso.

Durante lo stage in azienda, gli allievi avranno l’opportunità di integrare la formazione teorica in aula con l’esperienza operativa. Nel caso di Hds, il tirocinante selezionato si occuperà di comprendere, documentare e supportare le discipline che potenziano ed accelerano la trasformazione in azienda erogando servizi Ict integrati.
Obiettivo fondamentale del master è fornire alle aziende italiane figure professionali di alto livello in grado di recepire, sviluppare e gestire le azioni conseguenti ai forti cambiamenti che l’innovazione tecnologica e dei servizi stanno apportando al modo di gestire e sviluppare il business. Il corso copre l’intero spettro delle discipline manageriali, partendo da una visione unitaria delle caratteristiche dell’azienda sotto l’aspetto strategico e organizzativo, per poi approfondire le diverse funzioni (marketing, accounting e finanza, operations, gestione delle risorse umane) e i processi trasversali (sviluppo nuovi prodotti e servizi, logistica, supply chain e Crm).

Le aziende partner hanno instaurato con la Scuola Superiore Sant’Anna un rapporto continuo e un coinvolgimento crescente, provvedendo con contributi di idee nella programmazione didattica, fornendo testimonianze aziendali e partecipando attivamente ad eventi e seminari. Uno degli apporti più significativi di Hds è legato all’intervento di Dario Pardi, Vp Emea Growth and Sales Transformation di Hitachi Data Systems, sul tema della concezione di innovazione come vero e proprio strumento per cavalcare la trasformazione tecnologica in atto.

“La collaborazione instaurata nel 2010 con la Scuola Superiore Sant’Anna, e rinnovata anche per il prossimo anno - spiega Pardi - è per noi particolarmente importante perché ci consente non solo di lavorare a stretto contatto con una delle istituzioni pubbliche più all’avanguardia in Italia in tema di innovazione tecnologica, ma anche di poter contare su un partner che condivide la nostra visione orientata allo sviluppo e alla valorizzazione continua delle risorse e dei servizi come strumenti basilari per migliorare le capacità di business delle aziende”.

27 Settembre 2011