L'antivirus di Microsoft prende un abbaglio e "sfratta" Chrome

SICUREZZA

Il browser di Google cancellato da 3mila pc per un errore di valutazione del software di sicurezza di Redmond che lo identifica come una grave minaccia per i dati bancari degli internauti

di P.A.
L’antivirus di Microsoft fa le bizze e prende di mira Chrome, il browser di Google, identifandolo per errore come una grave minaccia per gli utenti e cancellandolo da 3mila pc. Il malinteso informatico si è verificato venerdì scorso, quando per tre ore di seguito l’antivirus di Redmond, per sbaglio, ha catalogato Chorme come una pericolosa minaccia per gli utenti, finalizzata a rubare i loro dati bancari. Microsoft ha fatto le sue scuse, ma nel frattmepo 3mila utenti hanno visto sparire Chrome dal loro pc.

Security Essentials, l’antivirus preinstallato nei computer di Microsoft, identificava erroneamente Chrome, il browser di Google, come una pericolosa minaccia informatica. Il qui pro quo, scoperto e rimosso nel weekend dopo tre ore di ricerche d aparte dei tecnici di Redmond, ha provocato la rimozione coatta di Chrome da tremila pc trovati infetti, per un errore del codice antivirus di Microsoft.

“Una diagnosi errata in seguito alla quale Google Chrome è stato inavvertitamente bloccato e in alcuni casi rimosso dai pc dei clienti”, si è scusata Microsft da una pagina Facebook dedicata alla protezione dai malware. Dal canto suo Google ha pubblicato sul blog ufficiale di Chrome una serie di contromisure, con cui gli utenti possono ripristinare Chrome.

04 Ottobre 2011