Philips pronta a tagliare 4500 posti di lavoro

LA CRISI

Licenziamenti entro il 2014 nel quadro del piano di riduzione dei costi per 800 milioni. Nei soli Paesi Bassi 1.400 addetti in meno. Il direttore esecutivo van Houten: "Decisione grave ma necessaria a migliorare la competitività"

di F.Me.
Maxi-ristrutturazione per Philips. Il gigante olandese dell'elettronica ha annunciato il taglio di 4.500 posti di lavoro entro il 2014, nel quadro di una riduzione dei costi di 800 milioni di euro.

"Il programma di riduzione dei costi porterà alla perdita di 4.500 posti - ha spiegato il direttore esecutivo del gruppo, Frans van Houten -  Si tratta di una decisione grave, ma inevitabile che punta a migliorare il nostro modello operativo e per diventare più competitivi". Solo nei Paesi Bassi - patria della società - verranno soppressi almeno 1.400 posti.

Ad oggi Philips dà lavoro a 120mila persone in tutto il mondo, 14mila dei quali nei Paesi Bassi.

17 Ottobre 2011