Il Cloud computing? Preferito dalle grandi aziende

INDAGINE FORRESTER RESEARCH

L'indagine sfata il mito del "cloud" agognato soprattutto dalle Pmi a causa deella mancanza si skill IT e della poca liquidità

Il cloud computing? Il preferito dalle imprese con oltre mille dipendenti. Ad affermarlo una ricerca di Forrester Research. Secondo uno studio condotto dalla società di ricerca, che ha censito mille imprese americane ed europee, risulta che il 25% delle grandi aziende (con oltre mille dipendenti) ha in programma di utilizzare server virtuali in hosting con un modello di costo basato sull'utilizzo, come l’Elastic Compute Cloud di Amazon. La percentuale scende al 18% tra le aziende di medie dimensioni (tra i 100 e 1000 dipendenti) e al 15% tra le piccole (fino a 100 addetti).

“Esiste una stretta correlazione tra le dimensioni delle aziende e il loro interesse nei confronti dei server virtuali gestiti via cloud – precisa  Frank Gillett di Forrester, analista di Forrester -. Questo legame sfata la diffusa convinzione che siano le aziende più piccole a guardare con più attenzione alle infrastrutture as a service di fornitori esterni, per via della mancanza di skill IT, di economie di scala, e di liquidità per gli investimenti IT. I nostri numeri raccontano di una situazione diversa”

Nello specifico, le grandi imprese sono interessate a ottenere capacità di server virtuale da un fornitore esterno invece che investire in reti interne che forniscono server virtuali in modalità pay-per-use. La fotografia fatta dall’indagine “contrasta con l’idea finora radicata secondo cui le aziende sono tendenzialmente orientate a creare 'cloud interne' con capacità di elaborazione basata sul servizio piuttosto che acquistarle da un fornitore", puntualizza l'analista.

Per quanto riguarda, invece, il numero di imprese che sta pianificando o migliorando le reti interne, Forrester rileva un 22% di imprese di grandi dimensioni, un 17% di medie e un 10% di piccole. Il 59% delle imprese che si rivolge a server virtuali hosted o alle cloud interne non prevede di utilizzare entrambi questi modelli a fronte di un 35% che ha in mente di rivolgersi solo a un fornitore esterno e un 24% che vorrebbe implementare un servizio interno.
 

29 Giugno 2009