In arrivo i mainframe compatibili con Windows

IBM

Sarà disponibile dal 16 dicembre la preannunciata tecnologia che consentirà agli utenti dello zEnterprise di integrare le applicazioni Windows nell’ambiente mainframe.

La nuova funzionalità consolida la gestione delle applicazioni Windows sui server Ibm System x basati su x86 e consente l’integrazione dei due mondi: quello del mainframe e quello del calcolo distribuito.

Questo permette di ridure i costi e la complessità dei grandi data center aziendali ed estende i mainframe ai carichi di lavoro sugli altri server.

Grazie a un approccio di calcolo ibrido, una zEnterprise Blade Center Extension (zBX) collegata al mainframe integra la gestione delle applicazioni System x, senza modifiche, attraverso un’unica console.

La funzionalità era già disponibile per la gestione dei carichi di lavoro basati su IBM Power, con supporto per sistemi operativi quali z/OS, Linux e AIX, e ora è estesa a System x e Windows.
Il supporto di System z Ibm per Windows significa per i clienti la possibilità di:

Consolidare più carichi di lavoro sul mainframe, nell’ambito degli sforzi per massimizzare gli investimenti in tecnologia. L’impatto finanziario del consolidamento su System z può essere sostanziale, con risparmi fino al 70 per cento del Total Cost of Ownership rispetto alle piattaforme distribuite.

Consentire a nuovi carichi di lavoro di ereditare le qualità di servizio intrinseche del mainframe, come la disponibilità ineguagliata, gli alti livelli di sicurezza e il transaction processing ultrarapido.

Avere maggiore possibilità di scelta della piattaforma migliore per una particolare applicazione, da Epr alla business analytics, al transaction processing.

Consentire alle applicazioni Windows di front-end di accedere ai dati sul mainframe o di integrarsi con altre applicazioni mainframe.

Questa funzionalità di collegamento Windows-mainframe è fornita tramite Ibm zEnterprise Unified Resource Manager e Ibm zEnterpriseBladeCenter Extension (zBX), che consente ai clienti di integrare la gestione delle risorse di zEnterprise System come un unico sistema e di estendere le qualità mainframe ai carichi di lavoro eseguiti su altri server selezionati. zBX è l’infrastruttura Ibm per l’estensione delle qualità di servizio e delle funzionalità di gestione di System z su una serie di elementi POWER7 e System x integrati, idonei allo scopo, in zEnterprise System.

I nuovi server blade HX5 basati su Xeon per il chassis zBX, che saranno disponibili dal 16 dicembre, potranno intallati con il mainframe high-end zEnterprise 196 o midrange zEnterprise 114 usciti nel luglio 2011.

Altri elementi della strategia Ibm del “sistema di sistemi” con zEnterprise già disponibili comprendono una soluzione di business analytics (Ibm Smart Analytics Optimizer); blade Power7 di tipo “general purpose”; Ibm WebSphereDataPower XI50 per zEnterprise, un’appliance multifunzionale per l’ambiente System z.

Questo annuncio è una risposta concreta a un problema vitale per i data center aziendali, che è l’esigenza di gestire in modo coerente e integrato l'insieme confuso di tecnologie disparate, che si sono aggiunte nel corso del tempo per eseguire applicazioni specifiche e che operano in compartimenti stagni, talvolta incapaci di comunicare tra loro e che richiedono personale e tool software separati per la gestione.

Da quando IBM ha iniziato le consegne del nuovo System zEnterprise 196 si contano più di 80 nuovi clienti mainframe, più del 30 percento dei quali nei mercati emergenti in tutto il mondo. La Cina ha annunciato di recente di aver scelto System z per costruire una piattaforma di cloud computing che impatterà su 300 milioni di cittadini cinesi, tramite un portale online per svariati servizi sociali.

07 Novembre 2011