Vendite dei Pc a -11%. Crollano i mini notebook

GARTNER

Nell'Europa occidentale il mercato risente della forte crisi di fiducia dei consumatori e della debolezza dei mobile Pc. Brillano però i risultati di Asus e Apple che continuano a conquistare clienti

di Patrizia Licata
Va male il mercato dei personal computer nell’Europa occidentale: i volumi distribuiti nel terzo trimestre 2011 sono diminuiti dell’11,4% rispetto a un anno prima a 14,8 milioni di unità, secondo Gartner.

“L’accumulo di scorte in magazzino che ha rallentato la crescita negli ultimi due trimestri è stato per lo più smaltito nel terzo trimestre 2011; tuttavia l’industria dei Pc ha continuato a registrare un andamento al di sotto della media per questa stagione”, afferma Meike Escherich, principal analyst di Gartner. “I risultati del terzo trimestre del 2011 sono molto deludenti per l’industria dei Pc, perché di solito il terzo trimestre è un periodo di vendite robuste, grazie al rientro a scuola”.

Particolarmente colpito il mercato dei mobile Pc, con una contrazione del 12,6%, trascinato in basso da una flessione del 40% nei volumi di mini notebook distribuiti nel terzo trimestre 2011. I desktop hanno subito una diminuzione dell’8,7%.

Il segmento di mercato che ha mostrato il maggior declino è quello consumer, con un calo del 18,8% anno su anno, mentre i Pc distribuiti nel segmento professionale sono diminuiti "solo" del 2,1%.

Quanto ai vendor, Hp ha mantenuto il primo posto per volumi distribuiti e share di mercato (22,7%), seguita da Acer (quota del 15,2%) e da Asus (10,6%). Tuttavia, le prime due registrano un calo dei volumi rispettivamente del 7,5% e addirittura del 45,1%, mentre Asus cresce del 20,3%, grazie soprattutto ai notebook che vende a consumatori e piccole e medie imprese, e conquista il terzo posto a scapito di Dell, che scivola in quarta posizione con uno share di mercato del 9,8% e un calo dei volumi del 10%. Va molto bene Apple, con una quota del 7,6% e una crescita del 19,6% (che tocca il 28% se si considerano solo i mobile Pc). Apple è cresciuta sia nel segmento consumer che professionale.

“Lo share dei mini notebook continua a diminuire, e questo ha contribuito alla debolezza del settore rispetto all’anno scorso. Inoltre, i mercati consumer in Europa occidentale sono molto deboli, a causa della crisi economica che impatta la fiducia dei consumatori”, nota la Escherich.

Analizzando i principali mercati della regione, la Gran Bretagna è in linea con la media dell'Europa occidentale: i volumi distribuiti sono scesi dell’11% in un anno a 2,9 milioni di unità soprattutto per la debolezza del segmento consumer (-18%). Soffre anche la Germania: 3 milioni di Pc distribuiti nel terzo trimestre 2011, pari a una flessione del 7,9% e quinto trimestre consecutivo di declino rilevato da Gartner. Meglio della media dell’Europa occidentale, invece, il mercato dei Pc in Francia, con una contrazione “solo” del 2,1% per un totale di 2,6 milioni di unità distribuite, grazie soprattutto alle buone performance del segmento business.

15 Novembre 2011