Sap punta sulla Cina: sul piatto 2 miliardi di dollari e 2mila assunzioni

SHOPPING

La software house tedesca scommette sul mercato asiatico e annuncia un maxi investimento entro il 2015. Prevista l'apertura di nuovi uffici nel Paese

di P.A.
Il fornitore tedesco del software Sap ha annunciato l'intenzione di investire 2 miliardi di dollari per rafforzare la propria presenza in Cina entro il 2015.

"Creeremo capacità aggiuntiva per la ricerca e lo sviluppo e il reclutamento del personale", ha detto il co-Ceo di Sap, Bill McDermott. Sap gestisce due centri di ricerca in Cina, a Shanghai e a Chengdu. L'azienda vuole inoltre rafforzare la sua distribuzione e il servizio al cliente, con 2mila dipendenti aggiuntivi, entro il 2015 "per fornire la migliore assistenza possibile ai clienti".

Sap aprirà 5-6 nuovi uffici vendite nel Paese. Sap non pubblica cifre dettagliate sulle sue attività in Cina ma la regione Asia-Pacifico lo scorso anno ha rappresentato il 14% del suo fatturato, pari a circa 2 miliardi di euro, anche se è il Giappone a fare la parte del leone al momento.

15 Novembre 2011