Digital Technology, in Italia spesa in calo del 3,3%

RAPPORTO SIRMI

Sirmi: la peggiore performance del terzo trimestre si registra nel comparto hardware, in picchiata dell'8,6%. Vanno male anche i servizi di gestione, in flessione del 4% e le Tlc del 3%

di F.Me.
Spesa digitale in calo nel terzo trimestre 2011. A dilro il rapporto Sirmi secondo cui la spesa end user complessiva si attesta sui 13.890 milioni di euro circa, con un calo complessivo del 3,3% rispetto al corrispondente trimestre del 2010, e con andamento negativo di tutti i comparti, fatta eccezione per il software, che mantiene un andamento flat (0,5%).

Fra tutti i segmenti del Mercato IT, la peggiore performance  è registrata dall’Hardware, che decresce dell’8,6%, seguito dai Servizi di gestione, che decrescono di oltre il 4%. Male anche le Telecomunicazioni chiudono con un calo totale che rasenta il 3%, "influenzate negativamente soprattutto dalla componente fissa - spiega Sirmi - che decresce del 4,6%".

In attesa dei risultati sul quarto trimestre - da sempre è quello più rappresentativo dell’anno - Sirmi anticipa una dato previsionale sulla spesa IT dell’intero anno: nel 2011 la spesa end user totale dovrebbe attestarsi intorno ai 20.665 milioni di euro. A titolo di confronto, la società fornisce un dato storico, relativo all’esercizio 2000, quando il valore della spesa end user era di poco superiore, ovvero paria a 21.567 milioni di euro, a valori correnti.

28 Novembre 2011