Facebook verso Wall Street. In primavera l'Ipo da 10 mld di $

IL SUPER COLLOCAMENTO

Si avvicina il debutto in Borsa del social network che potrebbe raggiungere una valutazione di 100 miliardi di dollari. Ancora nulla di ufficiale, ma si attenuano le "resistenze" di Mark Zuckerberg

di P.A.
Una maxi Ipo da 10 miliardi di dollari fra aprile e giugno 2012. Facebook prepara lo sbarco in Borsa e potrebbe presentare - riporta il Wall Street Journal - entro la fine dell'anno i documenti alla Sec per avviare le procedure di quotazione.

Il debutto a Wall Street dovrebbe portare nelle casse dell'azienda di Mark Zuckerberg da 10 miliardi di dollari, valutando Facebook 100 miliardi di dollari. Nessuna decisione definitiva è stata ancora presa sul valore finale della società perché "molto dipenderà dal mercato e dall'economia europea". Già a settembre Facebook aveva messo in stand by i progetti di quotazione, a causa dell'eccessiva volatilità dei mercati.

La società non ha ancora deciso a quali banche affidarsi per organizzare la Ipo. I negoziati con le banche della Silicon Valley li tiene il responsabile finanziario, David Ebersman, ma il fondatore del gruppo.

L'amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, si è più volte mostrato riluttante a una quotazione in Borsa, preferendo mantenere privata l'azienda più a lungo di quanto gli analisti sospettassero, sottolinea il Wall Street Journal.

Tuttavia, di recente Zuckerberg avrebbe cominciato a sostenere l'idea di un'offerta pubblica iniziale (Ipo) e oggi, secondo le fonti del giornale economico, i dirigenti dell'azienda starebbero cercando di stabilire quale possa essere il momento migliore per lanciarla. Tuttavia, hanno precisato le fonti, Zuckerberg non ha ancora preso alcuna decisione definitiva a riguardo.

29 Novembre 2011