Roma e Milano "promosse" in Ict

CITY INDEX ERICSSON

Secondo il Networked Society City Index presentato oggi alla convention annuale di Ericsson, le due città mostrano un'elevata maturità in campo tecnologico. Ma si può fare di più, incentivando lo sviluppo di imprese innovative e investendo di più in R&S

di E.L.
Sia Roma che Milano mostrano un'elevata maturità Ict, con la città lombarda che si posiziona meglio della Capitale, però, grazie a un migliore sistema sanitario, università prestigiose e iniziative innovative quali l'Ecopass. È quanto emerge dall'Ericsson Networked Society City Index, l'indicatore che mette in relazione il grado di avanzamento tecnologico delle città più importanti con la crescita economica, il miglioramento della qualità di vita dei cittadini e la promozione di un modello di sviluppo sostenibile.

Roma e Milano, nonostante i molti ritardi dell'Italia, si piazzano dunque a livello medio-alto in una classifica guidata da Singapore, Seul e Stoccolma, che sono oggi le città tecnologicamente più efficienti del mondo. Le due città italiane, è però emerso oggi nel corso dell'iniziative Inno.Vision organizzata da Ericsson a Roma, investono in generale meno in innovazione rispetto ad altre città europee avanzate, quali Londra, Stoccolma e Parigi e dovrebbero quindi migliorare la capacità di trarne benefici per i cittadini.

In particolare, secondo il rapporto, andrebbe incentivato lo sviluppo di gruppi imprenditoriali nel settore Ict, occorrerebbe integrare maggiormente i vantaggi dell'Ict nei processi e nell'organizzazione per servizi innovativi ai cittadini e investire di più in ricerca e sviluppo al fine di promuovere ulteriormente la crescita economica.

30 Novembre 2011