Telco mobili: 5 miliardi di risparmio con l'IT

AT KEARNEY

Secondo un'analisi di AT Kearney l'adozione di soluzioni in grado di snellire e standardizzare le procedure, in particolare nelle attività di Erp, Crm e billing, consentirebbe di abbattere e non poco i costi operativi. Dando "slancio" all'Ebitda

di Patrizia Licata
Gli operatori europei di rete mobile potrebbero risparmiare 5 miliardi di euro ogni anno con un utilizzo più efficiente dei sistemi It. La stima è del nuovo studio di A.T. Kearney, secondo cui usando tecnologie informatiche più avanzate, aggiornate e performanti i costi per i carrier si abbasserebbero del 4-5%. Ancora, un It più efficiente potrebbe tradursi per gli operatori mobili europei in una crescita dell’Ebitda anche del 20%.

Ma in quali aree occorrerebbe agire, secondo la società di analisi? I maggiori risparmi si produrrebbero, calcola A.T. Kearney, se gli operatori mobili cominciassero a usare sistemi di fatturazione e Crm più aggiornati, che hanno il potenziale di accrescere le revenues, se usati nel modo corretto.

L’analisi condotta dagli studiosi sui risultati finanziari dei carrier europei dal 2006 ad oggi mostra che i ricavi sono scesi in media del 6% l’anno, mentre i costi indiretti medi per cliente sono diminuiti solo del 5% l’anno. Snellire i sistemi It per dare miglior supporto alle vendite e alla gestione dei clienti dovrebbe dunque diventare una priorità per ridurre i costi per cliente.

Quanto ai costi dell'It, secondo A.T. Kearney  l’attuale tendenza a centralizzare e affidare in outsourcing i sistemi informatici non produce i risparmi sperati; invece è la standardizzazione dei sistemi It ad abbattere i costi, specialmente nei settori dell’Erp, Crm, billing; unita all’outsourcing genererebbe significativi risparmi per gli operatori mobili europei.

07 Dicembre 2011