Microsoft, J.Soft-Computer Gross è il primo il distributore a valore aggiunto

MICROSOFT

Le società investono sullo sviluppo del canale per offrire soluzione di UC e virtualizzazione più vicine alle esigenze del cliente. Focus sulla consulenza

di E.L.
Microsoft amplia la partnership con J.Soft- Computer Gross, che diventa il primo Vad di Redmond in ambito Virtualizzazione, Unified Communication e Sicurezza. La "trasformazione"è avvenuta a seguito di una gara che lo ha riconosciuto come il partner di riferimento pronto ad offrire valore aggiunto su questi temi.

L’allineamento di visione strategica e approccio ha portato Microsoft a condividere con J.Soft-Computer Gross, storico distributore della casa di Redmond, presente su tutto il territorio nazionale, un nuovo progetto per supportare i rivenditori Italiani nell’area delle proprie soluzioni di Virtualizzazione, Unified Communication e Sicurezza. Alla base delle scelta, fondamentale la capacità di Computer Gross di garantire la copertura capillare del territorio attraverso le sue sette sedi di Empoli, Milano, Roma, Napoli, Ancona, Verona e Torino.

“L’estensione dell’accordo di partnership con J.Soft-Computer Gross, che lo riconosce quale Preferred Partner e Vad in ambito virtualizzazione, Unified communication e sicurezza, trova ragione d’essere nel desiderio di offrire valore aggiunto ai nostri rivenditori, garantendo loro affidabilità e competenza - spiega Aldo Rimondo, direttore Small Business & Distribution di Microsoft Italia - Il nostro ecosistema di partner rappresenta un elemento chiave della strategia Microsoft, attraverso cui possiamo veicolare valore a tutte le aziende sul territorio e per questo da sempre ci impegniamo per selezionare e valorizzare i nostri partner. Con Computer Gross in questo nuovo ruolo, il nostro canale si arricchirà di un operatore qualificato, che, condividendo il nostro stesso commitment in termini di investimenti e formazione delle persone e la nostra stessa visione strategica, saprà mettere tutta la propria expertise al servizio dei rivenditori e di conseguenza a beneficio delle aziende operanti sul territorio nazionale”.

Fulcro dell'accordo è la formazione a vantaggio di tutto il canale. In questo senso è previsto un ricco calendario di appuntamenti, che affianca momenti di formazione tecnica a quella commerciale, permettendo ai rivenditori interessati di affrontare le opportunità di mercato relative a Virtualizzazione, Unified Communication e Sicurezza.

Focus strategico dell’iniziativa è in particolare il tema della virtualizzazione e impegnandosi per la formazione degli operatori Ict in questo ambito, Microsoft e Computer Gross contribuiscono in primo luogo al loro successo, rendendoli dei partner competenti sui più innovativi paradigmi IT, e di conseguenza anche alla competitività delle aziende italiane, che possono affidarsi a player qualificati per implementare soluzioni virtualizzate in funzione delle proprie esigenze.

“Computer Gross rappresenta un modello di distribuzione in Italia molto specializzato, il business è infatti al 100% nel settore ICT dove gioca un ruolo chiave il trasferimento di competenze e professionalità sul canale oltre al supporto logistico, finanziario e commerciale su tutti i prodotti distribuiti - puntualizza David Baldinotti, direttore della divisione J.Soft in Computer Gross Italia - In questo contesto il nostro impegno con Microsoft è duplice; da una parte quello di focalizzare il nostro know how su aree di grandissima crescita come la Virtualizzazione, la Sicurezza e la Comunicazione Integrata, per offrire ai Partner di Canale momenti di formazione, supporto specialistico e confronto su questi temi di grande attualità. Dall’altra quello di proporre un’offerta integrata, composta dai principali Vendor leader di mercato. L’accordo siglato con Microsoft ci vede come unico Value Added Distributor Microsoft in Italia, e questo ci consentirà di sensibilizzare ulteriormente i rivenditori su tematiche di grande interesse soprattutto in ottica di innovazione, ottimizzazione delle risorse e risparmio, che in un contesto economico come quello attuale sono indispensabili per trovare nuove opportunità di business sul mercato”.

12 Dicembre 2011