L’Ict piemontese vola all’estero

THINK UP

850 contatti tra aziende piemontesi e operatori stranieri in 2 anni, con risultati concreti in termini di business: oltre 30 accordi raggiunti per un valore economico di quasi 1 milione di euro (in un settore dove i costi di fornitura sono contenuti). Sono alcuni numeri di Think Up, il progetto dedicato allo sviluppo internazionale del comparto Ict piemontese, promosso dalla Camera di commercio di Torino, con il supporto della Regione Piemonte e tre partner tecnici: Centro Estero per l’Internazionalizzazione, Fondazione Torino Wireless e CSI-Piemonte.

Il 15 luglio, su www.ict.to.camcom.it, si chiudono  le candidature per essere selezionati tra le 90 aziende che parteciperanno al 3° anno. Know-how tecnico, qualità aziendale, predisposizione all’internazionalizzazione, potenzialità delle risorse umane sono tra i principali criteri di valutazione.

07 Luglio 2009