Gartner rivede a ribasso le stime. Spesa IT a -6%

PREVISIONI

Nonostante la svolta finale della recessione le aziende continuano a tagliare i budget

Continuerà oltre qualsiasi aspettativa la contrazione della spesa IT a livello mondiale. A dirlo le previsioni di fine anno di Gartner, riviste in calo del 6% rispetto all'intero 2008 a 3.400 miliardi di dollari. Si tratta di una stima peggiorativa rispetto alle stime rilasciate nel mese di marzo e che attestavano il calo nell'ordine del 3,8%.

Secondo la società di analisi, infatti, se è vero che la recessione sembra arrivata alla svolta finale, è altrettanto vero che le aziende continuano nelle loro politiche di taglio dei budget e che i consumatori non hanno riacquistato sufficiente fiducia per spendere. Allo stesso modo, se da un lato è vero che ci si avvia verso una stabilizzazione della contrazione di spesa nei segmenti hardware e software, d'altro lato è vero che cominciano solo ora a emergere gli effetti di altre riduzioni di spesa, che hanno influenzato le aree servizi e Tlc.

Complessivamente, tuttavia, alla fine di questo 2009 sarà proprio l'hardware il segmento maggiormente penalizzato. Secondo Gartner, la spesa hardware, che nel 2008 si era attestata a 379,5 miliardi di dollari, scenderà a fine 2009 a 317,8 miliardi, con un calo del 16,3%. Dovrebbe restare sostanzialmente stabile, invece, nel 2010.

Per il software si parla di un -1,6% da 221,9 a 218,3 miliardi, destinati a risalire a oltre 225 il prossimo anno, con un +3,2%.
Scendono del 5,6% i servizi, per i quali Gartner parla di un passaggio da 805,9 a 761 miliardi di dollari. Le prospettive per il 2010 parlano di un +3%. Infine le telecomunicazioni dovrebbero passare da 1.945 a 1.855 miliardi, con un calo del 4,6%, destinato a trasformarsi in un +2,3% il prossimo anno.

08 Luglio 2009