Perfomance decuplicate con Oracle Exadata

DATA WAREHOUSE

“Da quando utilizza il nuovo data warehouse, Allegro Group ha registrato un incremento significativo delle performance. Ad esempio, se in precedenza una query richiedeva 24 ore, la stessa viene attualmente eseguita meno di 30 minuti sulla HP Oracle Database Machine, senza alcun intervento di tuning manuale”. Lo sostiene Christian Maar, CIO di Pozna?, Allegro Group, Polonia, che ha da poco implementato nell’azienda la soluzione Oracle.
Conferma questo punto di vista Brian Camp, Senior VP di Infrastructure Services, KnowledgeBase Marketing che, dopo aver verificato diverse alternative, ha, alla fine, optato per HP Oracle Database Machine. “Oracle Exadata ha saputo velocizzare al massimo uno dei nostri processi critici, eseguendolo in pochi minuti anziché interi giorni”, afferma Camp.

“Con Oracle Exadata tutte le query che abbiamo testato si sono rivelate molto più rapide e le performance sono aumentate di almeno dieci volte, con punte di 72 volte", è il commento di Plamen Zyumbyulev, Head of Database Administration, M-Tel.
Queste testimonianze concorrono evidenziare i vantaggi che offre Exadata, ossia l’insieme di soluzioni  di storage ad alte prestazioni, che abbinano il software di storage intelligente di Oracle con l’hardware standard di HP. Grazie ad un’architettura massivamente parallela il sistema riesce a migliorare significativamente l’ampiezza di banda tra il server di database e lo storage. Inoltre, il software di storage intelligente alleggerisce il carico di elaborazione delle query eseguito su Oracle Database 11g Server. Grazie alle elevate prestazioni Exadata si sta aggiudicando importanti benchmark a scapito della concorrenza e si sta affermando a livello globale come la piattaforma prescelta da aziende di ogni settore per i rispettivi data warehouse.
"Oracle Exadata è una delle novità di maggiore successo nella storia di Oracle”, ha commentato Willie Hardie, Vice President of Database Product Marketing, Oracle. “Nei benchmark e nei test che abbiamo eseguito, Oracle Exadata si è sempre dimostrata una soluzione dalle performance estreme per tutti i data warehouse dei nostri clienti."

Una fama positiva che crea grandi aspettative come nel caso di Loyalty Partner Solutions che ne ha pianificato l’implementazione. "Prevediamo che il passaggio del nostro data warehouse su Oracle Database 11g utilizzando la nostra prima HP Oracle Database Machine con Oracle Exadata ci permetterà di registrare un importante aumento delle performance e della scalabilità in maniera semplice e immediata – afferma il Chief Operating, Andreas Berninger - I nostri utenti business avranno un accesso più che mai rapido alle informazioni. Una nuova flessibilità che farà una grande differenza per le nostre attività aziendali".
Questi risultati verranno comunicati ufficialmente il prossimo 14 luglio,  in occasione dell’Oracle Extreme Intelligence Forum di Roma, occasione nella quale verrà dato l’annuncio anche di Oracle Real-Time Decisions Release 3.0, la nuova versione della piattaforma per la gestione decisionale in grado di dare indicazioni mirate durante il processo di interazione con il cliente e in tutte le situazioni dove si  rendano necessarie decisioni tempestive  a supporto di un processo aziendale, come nel caso del risk management, del retention management o delle attività di cross-selling/upselling. La soluzione applica modelli predittivi e regole di business che ottimizzano le indicazioni in tempo reale rispetto a obiettivi commerciali specifici, utilizzando automaticamente un sistema di feedback che garantisce continui miglioramenti.

“Oracle Real-Time Decisions soddisfa l'esigenza delle aziende di cogliere le opportunità e sfruttarle a loro vantaggio, sia che si presentino online, tramite call center o presso un punto vendita -  ha commentato James E. Hayes, Global Managing Director Oracle Practice di Accenture - Vediamo un grande potenziale in questo nuovo strumento, applicabile ai settori più diversi, come, ad esempio, retail, telecomunicazioni, assicurazioni e banche”.
Per maggiori informazioni cliccare qui


15 Luglio 2009