Picchi meteo, Panasonic: "Servono tecnologie più resistenti"

SECURITY

L'azienda punta a prodotti per la videosorveglianza a prova di emergenza maltempo: "Oltre a nuove funzionalità smart i sistemi per la security devono far fronte a qualsiasi condizione ambientale"

di Patrizia LIcata

La recente emergenza maltempo che ha colpito l’Italia lascia qualche dubbio sulla capacità delle infrastrutture, tecnologiche e non solo, di sopportare fenomeni climatici sempre più estremi, come dimostra il fatto che intere regioni sono rimaste isolate nella morsa di neve e gelo.

Tra i settori tecnologici che hanno dovuto pagare lo scotto del maltempo c’è quello della videosorveglianza. Pochi giorni fa, nel comune di Legnano (Milano), cinque delle venti telecamere che vigilano sulle zone sensibili del centro storico della cittadina si sono irrimediabilmente danneggiate a causa della neve e delle basse temperature, lasciando intere aree non monitorate.

Ha fatto notizia anche il caso dello stadio Mario Rigamonti di Brescia: all’inizio di febbraio il gelo ha compromesso le funzionalità di una parte dell’impianto di vigilanza, non consentendo il normale svolgimento della partita di calcio Brescia-Torino.

“Questi due esempi recenti invitano ad una riflessione legata all’adeguamento delle tecnologie e alla garanzia di funzionalità in casi atmosferici estremi”, commenta Antonella Sciortino,Product Manager della Pro Camera Solutions Business Unit di Panasonic System Communications Company Europe. “Nonostante il mercato della security richieda prodotti sempre più avanzati dal punto di vista delle funzionalità ‘intelligenti’, non bisogna dimenticare che uno dei presupposti fondamentali per questo tipo di soluzioni è la resistenza agli agenti atmosferici. Le telecamere installate devono fare bene il loro lavoro in qualsiasi circostanza. Dato il nuovo panorama, la progettazione e produzione di questi sistemi dovranno sempre tenere conto di situazioni o ambienti che possono rapidamente trasformarsi da normali a sfavorevoli”.

Da tempo Panasonic ha inserito nella propria gamma prodotti capaci di resistere alle sollecitazioni sia ambientali che strutturali, come la nuova telecamera Dome di rete WV-SW396, totalmente isolata da polvere, acqua e altri potenziali agenti dannosi, che sopporta temperature estreme arrivando a lavorare anche a -50 gradi centigradi o a + 50 gradi.

La Business Unit Panasonic System Communications Company Europe è stata istuita dal colosso giapponese dal 1 gennaio di quest’anno per offrire soluzioni complete dedicate al business e incorpora le divisioni Panasonic Audio Visual Company Systems Europe, Panasonic System Networks Europe e Panasonic Computer Products Europe. Panasonic System Communications Company Europe commercializza un’ampia gamma di stampanti, sistemi per la sicurezza e la videosorveglianza, soluzioni per le Unified Communication, lavagne elettroniche, scanner, notebook, toughbook e prodotti audio video.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 01 Marzo 2012

TAG: security, videosorveglianza, panasonic

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store