Cinque progetti per 'rifondare' L'Aquila con l'Ict

INFORMATICA AQUILANA

Domani nel capoluogo abruzzese il convegno "Fare sistema, fare innovazione, rifare L'Aquila" per fare il punto sulle possibilità di rilancio del settore hi-tech locale

L’Ict per “rifondare” L’Aquila. Sarà questo il tema del convegno, dal titolo “Fare sistema, fare Innovazione,  rifare L’Aquila”, che si terrà domani alle ore 10.00 nel capoluogo abruzzese, presso l'Hotel Canadian. L’evento è organizzato da Informatica Aquilana, una società consortile che raggruppa alcune piccole imprese  operanti nel settore delle Ict.

Il convegno sarà anche l’occasione per presentare cinque progetti, nati dalla partnership di Informatica Aquilana con altrettante aziende innovative, con l’obiettivo di rilanciare le attività imprenditoriali e la riqualificazione delle  competenze territoriali. I progetti verranno esposti dagli stessi Ad delle aziende, ovvero: Rosario Amodeo,vicepresidente esecutivo gruppo Engineering; Felice Cesana, partner Kpmg Advisory, Ad Nolan Norton; Domenico Favuzzi, Ad Exprivia; Roberto Mancini, direttore Enterprise British Telecom Italia; Maurizio Russo, direttore della Formazione di Sap Italia e Alberto Leonardis, presidente Informatica  Aquilana.  

All’evento parteciperanno anche esponenti del mondo istituzionale. Tra questi, Gianni Chiodi (presidente della Regione Abruzzo), Massimo Cialente (sindaco di L’Aquila), Stefania Pezzopane (presidente  Provincia di L’Aquila), Alfredo Castiglione (vice Presidente Regione Abruzzo e assessore allo Sviluppo Economico, all’Innovazione tecnologica e all’informatica). Non mancherà poi la rappresentanza accademica e delle associazioni di impresa: Paola Inverardi (preside della Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università dell'Aquila),Ennio Lucarelli (vicepresidente Confindustria Servizi innovativi e tecnologici e presidente Ised), Fabio Spinosa  (presidente dei giovani industriali Confindustria  Abruzzo), Luciano Marifiamma (presidente Confapi L’Aquila), Paolo Gargano (Confindustria L’Aquila).  Da segnalare, in particolar modo, la prima apparizione pubblica di Luigialberto Ciavoli Cortelli (presidente Asat), in qualità di delegato di Confindustria Servizi innovativi e tecnologici per l’Abruzzo.

I diversi interventi punteranno a ridisegnare uno scenario adatto a ridare vitalità alle competenze imprenditoriali specializzate nell’ambito Ict dopo il terremoto dello scorso 6 aprile.

21 Luglio 2009