Sap, Engineering e Bt Italia in campo per l'hi-tech abruzzese

TERREMOTO

Le aziende, insieme a Exprivia e Kpmg, hanno aderito in qualità di partner al progetto di Informatica Aquilana per rilanciare l'Ict locale

di Mila Fiordalisi
È stata annunciata oggi all’Aquila la road map dell’iniziativa Informatica Aquilana. In occasione del convegno “Fare sistema, fare Innovazione, rifare L’Aquila, a cui hanno presenziato il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, il vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico, Innovazione tecnologica e Informatica, Alfredo Castiglione, e il presidente della Provincia, Stefania Pezzopane, il presidente di Informatica Aquilana, Alberto Leonardis, ha annunciato che “entro sei mesi Informatica Aquilana sarà in grado di proporre soluzioni e prodotti altamente qualificati e competitivi. Il tutto senza nemmeno un euro di finanziamento pubblico”.

Cinque le aziende Ict che hanno aderito al progetto in qualità di partner: Sap Italia, Engineering, Kpmg, Exprivia e Bt Italia.
“In qualità di partner Sap ha aderito allo spirito innovativo che muove Informatica Aquilana e intende impegnarsi per il rilancio territoriale grazie a un progetto mirato di formazione elavoro rivolto alle risorse delle aziende IT abruzzesi”, ha detto Maurizio Russo, direttore Formazione Sap Italia. In dettaglio il progetto di formazione, online, verrà avviato da settembre: i pacchetti prevedono un percorso di durata compresa tra un minimo di 25 giorni e un massimo di 5 mesi, articolato i diverse aree applicative: da quella finanziaria e contabile di controllo e gestione a quella logistica, vendita e acquisti.

Da parte sua Engineering punta sul territorio abruzzese come baricentro delle politiche di innovazione per lo sviluppo del software. “Il gruppo Engineering sarà parte attiva nella ricostruzione del tessuto produttivo aquilano - ha annunciato il vicepresidente esecutivo Rosario Amodeo. Dall’accordo con il consorzio, Engineering conta di innalzare il livello occupazionale delle sedi  di Pescara e Mosciano Sant’Angelo (TE), grazie all’inserimento di specialisti IT provenienti dall’Università dell’Aquila. Inoltre la società prevede di consolidare il polo di eccellenza di Mosciano per lo sviluppo di software proprietario, in collaborazione con il laboratorio di ricerca della controllata irlandese Engitech, in linea con i piani di internazionalizzazione del gruppo.

Punta a rilanciare le dinamiche occupazionali sul territorio a favore di neo-laureati dell'aquilano anche Kpmg. "Il progetto prevede l'impiego di alcune risorse full time per un periodo di un anno, nello sviluppo di soluzioni informatiche su clienti del portafoglio Kpmg. I giovani avranno la possibilità di svolgere un training on the job di tipo innovativo", ha annunciato Massimo Cappato di Kpmg.

L’Ad di Exprivia, Domenico Favuzzi, ha annunciato la propria disponibilità a coinvolgere le società del consorzio Informatica Aquilana in attività legate alle gestione dei sistemi informativi di strutture sanitarie, oltre che allo sviluppo di software e al trattamento dei dati sanitari. “In una prima fase si prevede il coinvolgimento, in attività già individuate e nel periodo che va dall’autunno 2009 alla primavera 2010, di un numero tra gli otto e i dieci addetti - ha detto Favuzzi -. Ciò, oltre ad avere una ricaduta positiva in termini di occupazione, consentirà la formazione di competenze nel campi Ict applicato alla Sanità”. 

Nei prossimi giorni Bt Italia dovrebbe ottenere da parte della Regione Abruzzo il rinnovo della gestione di due progetti già oprativi: Medio Sangro, una rete wireless che collega 32 comuni, e Comnet RA per la connessione di 420 siti. “Nell’ambito di tali progetti Bt utilizzerà 5/7 risorse messe a disposizione di Informatica Aquilana per il monitoraggio delle aree. Le risorse sono sistemisti di Tlc ed, eventualmente, neo-laureati da formare”, ha detto Alessandro Dovere di Bt Italia.

Al battesimo di Informatica Aquilana erano presenti anche Ennio Lucarelli, vicepresidente di Csit e Luigialberto Ciavoli Cortelli (presidente Asat), alla sua prima apparizione in qualità di delegato di Confindustria Servizi innovativi e tecnologici per l’Abruzzo.

“Confindustria ha attivato da tre anni un grande collaborazione con le associazioni per offrire alle imprese l’accesso ai servizi innovativi”, ha sottolineato Lucarelli, ricordando di avere “un debito di riconoscenza nei confronti dell’Abruzzo” dove ha iniziato la propria attività lavorativa.

22 Luglio 2009