Thorne: "Dal digitale benefici concreti per crescita economica dell'Italia"

L'AMBASCIATORE USA

L'ambasciatore Usa: "Anche in una congiuntura economica difficile gli investimenti in tecnologia devono rimanere una priorità". In programma il 23 marzo a Milano lo Start-up Boot Camp lanciato dall'ambasciata americana per far incontrare le start up italiane con il mondo degli investitori

di P.A.

Un’opportunità di confronto e scambio tra start-upper italiani, imprenditori stranieri di successo e investitori interessati al settore digitale. Una giornata dedicata a progetti, idee e consigli su come analizzare il mercato, sviluppare il prodotto giusto, costruire un team, ottenere finanziamenti ed espandere il proprio business. Si presenta così il primo Start-up Boot Camp che si terrà venerdì 23 marzo al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, nell’ambito del Digital Economy Forum, l’iniziativa lanciata dall’Ambasciata degli Stati Uniti per promuovere l’imprenditoria e l’innovazione digitale in Italia. L’evento è sponsorizzato da importanti aziende e istituzioni finanziarie: Google, Yahoo!, Sky, Intesa Sanpaolo, Casa.it, Tradedoubler, oltre che da Fastweb e Cisco, con il patrocinio del Comune di Milano e la collaborazione della Camera di Commercio e del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia.

Più di 300 partecipanti già registrati ascolteranno e chiederanno consigli ai nuovi protagonisti dell’imprenditoria digitale che hanno costruito il loro successo su innovazione e creatività, come Just Eat, Wild Needle, Shelby.tv, MusiXMatch, General Assembly, Local Response, Traack e Moapp. Il Boot Camp sarà anche un’occasione per entrare in contatto con gli investitori che puntano sulle enormi potenzialità del settore digitale, come Sofinnova Partners, Principia, Earlybird Advisory , Venture Partners e e Tribeca Venture Partners.  

L’Ambasciatore degli Stati Uniti David H. Thorne, promotore dell’evento, ha sottolineato che “l’economia digitale è uno dei principali fattori di crescita negli Stati Uniti e incide sul Pil per circa il 7%. Anche in una congiuntura economica difficile, gli investimenti in tecnologia devono rimanere una priorità. Purtroppo qui in Italia nel settore digitale esiste un significativo divario con gli altri paesi dell’Unione Europea. Eventi come lo Start-up Boot Camp mirano a incoraggiare le aziende italiane e i giovani imprenditori a colmare questo gap. Vogliamo dimostrare i benefici concreti che il digitale può avere per rilanciare la crescita economica in Italia”.

Giorgia Abeltino, Policy Counsel di Google Italy, ha evidenziato: “Come rivela un recente studio di The Boston Consulting Group, l’Internet economy italiana ha raggiunto nel 2010 un valore di 33 miliardi di euro, pari al 2,1% del Pil italiano e entro il 2016 potrà raggiungere i 63 miliardi di euro. Un valore ancora limitato se confrontato con le economie dei paesi più avanzati, ma tanto più interessante se si ragiona  in termini di potenziale di crescita.  Crediamo che iniziative come lo Start-up Boot Camp possano fornire a imprenditori e aziende gli strumenti necessari per iniziare ad attingere all'immenso bacino che il digitale mette a disposizione per identificare nuove aree di crescita e stimoli per lo sviluppo”.

“Siamo estremamente felici di partecipare al Digital Economy Forum, che ci consente di mettere a fattor comune l’esperienza dell’Ambasciata con quella che abbiamo maturato negli ultimi due anni attraverso l’Intesa Sanpaolo Start-Up Initiative, la prima piattaforma interamente dedicata allo sviluppo e alla promozione delle migliori realtà high-tech innovative presenti nel nostro Paese”, ha dichiarato Andrea Faragalli, Responsabile Direzione Strategie e Risorse - Divisione Corporate e Investment Banking, Intesa Sanpaolo . “Attualmente le tecnologie digitali costituiscono un tassello fondamentale della nostra offerta, che si propone di selezionare le start-up più promettenti e di metterle in contatto con una platea internazionale di investitori finanziari e corporate, fondi di Venture Capital, Business Angels. Siamo infatti profondamente convinti del fatto che solo attraverso l’innovazione tecnologica e la ricerca sia possibile dare un impulso fondamentale alla crescita economica”, ha concluso Faragalli.

Sergio Giorgiani, Head of Strategy di Sky Italia, ha sottolineato che “L’innovazione è nel DNA di Sky Italia e caratterizza da sempre il nostro approccio al mercato italiano. Abbiamo sostenuto fin da subito questa iniziativa perché siamo convinti che l’enorme potenziale delle startup italiane appartenenti alla digital creative economy vada sostenuto, condiviso e meriti visibilità. Il connubio di innovazione e creatività che queste giovani imprese sono in grado di esprimere rappresenta infatti una delle vie di sviluppo più determinanti per la competitività del nostro Paese” .

“Insieme all’Ambasciata degli Stati Uniti, anche questo anno TradeDoubler ha deciso di sostenere il business digitale in Italia, sponsorizzando le due iniziative Digital Economy Forum e Boot Camp. TradeDoubler crede fortemente nell’importanza dello sviluppo del mondo web nelle sue molteplici declinazioni - social network, ecommerce, news, classifieds, ecc. - per aiutare la crescita del nostro paese e colmare il gap tecnologico, imprenditoriale e culturale rispetto ai paesi più avanzati. Si tratta di due significativi momenti di incontro per le realtà italiane del settore online che hanno la possibilità di confrontarsi e comprendere come, ad esempio, la crescita del digitale e dell’eCommerce possano rivelarsi strumenti preziosi per ampliare e rafforzare il business e promuovere l’innovazione, oltre a costituire un’opportunità notevole per creare nuovi posti di lavoro” ha dichiarato Vittorio Lorenzoni, country manager di TradeDoubler Italia.

Daniele Mancini, ad di Casa.it ha evidenziato: “E’ un vero piacere per la nostra azienda partecipare a questo progetto. Crediamo molto in queste iniziative come occasione per riunire tutti gli esperti in campo digitale, gli imprenditori, i direttori marketing e i CTO, al fine di scambiare idee e opinioni su come le tecnologie digitali, le piattaforme on-line ed il flusso aperto d’informazioni possano aiutare le aziende a crescere, a raggiungere nuovi mercati e a produrre innovazione. Tecnologia, digital e capacità d’innovarsi sono infatti le nuove frontiere strategiche del business”.

"La sponsorizzazione degli eventi organizzati dall'Ambasciatore Thorne rientra nell'ambito dell'impegno di Yahoo! per lo sviluppo dell'economia digitale in Italia e dal mercato dell'advertising su Internet. In particolare supportiamo con piacere l'attività di un soggetto nuovo, l'Ambasciata Americana in Italia, che si e' affacciata al business on line con l'obiettivo di favorire la crescita del digitale nel nostro Paese con un approccio assolutamente super partes. Ma non solo, anche con obiettivi concreti come quello dello Start Up Boot Camp che dimostrerà come l'investimento a supporto di nuovi progetti imprenditoriali legati al digitale rappresenti opportunità concrete per lo scenario economico in Italia" ha concluso Lorenzo Montagna, Amministratore Delegato e Direttore Commerciale di Yahoo! Italia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 22 Marzo 2012

TAG: david h. thorne, ambasciata usa, start up, digital economy forum

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store