Pericolo al volante: il 61% degli italiani legge sms mentre guida

FENOMENI

Siamo i più a rischio d'Europa, dove il dato si attesta al 48%. Ford lancia un servizio ad hoc basato sul text to speech

Quasi metà dei guidatori europei ammette di leggere gli sms che riceve mentre è alla guida. Un comportamento pericoloso che contribuisce ad aumentare il rischio di incidenti. È quanto emerge da uno studio commissionato da Ford Europa. La media dei guidatori che leggono messaggi alla guida - in Germania, Spagna, Francia, Regno Unito, Italia e Russia -  sfiora la metà (48%). Agli italiani va il primato negativo (61%), seguiti da russi (55%), francesi e tedeschi (49%), spagnoli (40%) e inglesi (33%).

La ricerca indica anche che i messaggi che si leggono con più urgenza sono quelli ricevuti dal proprio partner, con l’eccezione della Russia, dove i messaggi con un potenziale di distrazione più alto sono quelli ricevuti da un familiare. I guidatori ammettono di essere consapevoli dei rischi connessi a questo comportamento: il 95% degli intervistati ne riconosce la pericolosità dato che i riflessi rallentano significativamente.

“Gli smartphone sono diventati rapidamente parte integrante della nostra vita quotidiana .- sottolinea Christof Kellerwessel, ingegnere capo per i sistemi elettronici di Ford Europa - Leggere i messaggi di testo durante la guida è un comportamento pericoloso che può essere arginato grazie alla lettura vocale in auto”.

A questo proposito Ford lancia il Sync. Da settembre a bordo della nuova B-Max, il sistema permette la lettura dei messaggi ricevuti da un telefono connesso via Bluetooth, alla semplice pronuncia di un comando, grazie alla funzione Tts (text-to-speech), sviluppata con Microsoft. Il Sync permette inoltre di inviare una risposta preimpostata, aiutando i guidatori a restare concentrati sulla strada. Le risposte comprendono frasi di utilizzo quotidiano come “sono impegnato”, “chiamo più tardi”, o “arrivo tra 10 minuti”, nonché “sì”, “no”, “grazie”.

La lettura vocale dei messaggi sarà compatibile con un numero sempre crescente di smartphone, grazie all’adozione del protocollo Map (Message Access Profile) per la connettività Bluetooth. Questo standard è adottato da un elevato numero di dispositivi, come i BlackBerry.

“L’implementazione dello standard Map sui BlackBerry permette una serie di applicazioni estremamente importanti, e la collaborazione di Rim con Ford permetterà di fare nuovi passi in avanti verso la completa adozione di questo protocollo da parte dell’intera industria telefonica”, spiega Andrew Bocking, vicepresidente di Research in Motion e responsabile del software per i dispositivi mobili.

Oltre 4 milioni di veicoli Ford, in Nord America, sono dotati di Sync. Le stime di Ford Europa prevedono che entro il 2015, questo sistema sarà presente a bordo di più di 3,5 milioni di veicoli circolanti sulle strade europee.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 03 Aprile 2012

TAG: ford, sync, tex to speech

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store